No time to die, un mix di auto che fanno impazzire 007

Da Aston Martin a Land Rover passando per Jaguar e Maserati: scopriamo insieme tutte le auto del film No Time To Die, Il nuovo capolavoro cinematografico sull’agente 007

le auto di No Time di Die

No Time To Die, il venticinquesimo capitolo della saga di 007 diretto da Cary Fukunaga, ci permette di apprezzare oltre che un capolavoro del cinema internazionale, anche numerose auto di elevato pregio. Dopo vari ritardi causati dalla pandemia da Coronavirus, è uscito nelle sale. L’agente segreto più famoso al mondo, si è messo al volante di auto come le britanniche di Aston Martin e del gruppo Jaguar-Land Rover, ma anche l’italiana Maserati.

Aston Martin, un fascino senza tempo

L’Aston Martin DB5 diventata celebre come “l’auto di James Bond”, ha accompagnato 007 in tutte le sue avventure e non poteva mancare in quest’ultima. Velocità, un fascino intramontabile e accessori ad hoc per allontanare tutti gli inseguitori dell’agente. Tra le scene che stanno facendo il giro del mondo, è già diventata iconica quella girata a Matera in cui Daniel Craig  aziona le mitraglie nascoste nei fari durante un 360° da fermo.

Restando in casa Aston Martin nel film figurano anche una V8, una Valhalla ed una DBS Superleggera . La V8 è stata realizzata tra il 1973 e il 1990, è equipaggiata con un 8 cilindri con potenza variabile da 243 a 432 CV a seconda delle versioni.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Oscillando tra tradizione e modernità, parliamo della Valhalla: la prima hypercar ibrida plug-in della Casa inglese. In combinazione troviamo un 4.0 V8 biturbo da 750 CV, che risulta essere il più potente realizzato nella storia di Aston Martin, abbinato ad un’unità elettrica. Arriva a 950 CV e 1.000 Nm complessivi, con uno scatto da 0-100 km/h in soli 2,5 secondi, con velocità massima di 330 km/h. Tutto ciò è reso possibile anche grazie al suo peso di appena 1.550 kg dovuto all’intera struttura in fibra di carbonio.

La DBS Superleggera, è una delle migliori Aston Martin presenti tutt’ora. Sfrutta la base della DB11 se pur alleggerita in molte sue componenti. Il suo motore è un  5.2 V12 biturbo da 725 CV che le permette uno scatto da 0 a 100 km/h in soli 3,6 secondi.

Le altre inglesi

Tra le inglesi troviamo anche altre vetture del gruppo Jaguar Land Rover. Una XF tra le più potenti, equipaggiata con un motore 3.0 V6 da 380 CV e la trazione integrale. Riesce a  toccare i 250 km/h e con un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 5,3 secondi. Non solo berline, ma anche suv. Dalla Range Rover Sport SVR con motore V8 sovralimentato da 575 CV  protagonista di un inseguimento con incidente finale. Ma tra tutte resta unica per questo film la Land Rover Defender in carrozzeria 90 e 110 nella versione “Bond Edition”. La casa britannica ha infatti realizzato un’edizione speciale per l’agente 007, di cui vi avevamo già parlato.

Leggi anche : Defender V8 Bond Edition: la versione ispirata a 007

Tra tutte queste inglesi, si colloca l’italiana Maserati Quattroporte di quarta generazione presente in una delle scene girate tra i Sassi di Matera.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Raffaella Pappa

Studentessa di Giurisprudenza presso LUISS Guido Carli, amante dei motori e responsabile della redazione Automotive di F1ingenerale