A TCFormula 1

F1 | Disastro Ferrari, ancora un duro risveglio dopo illusioni e sogni frettolosi

L’illusione di Monaco è svanita miseramente: dopo il KO in Canada, è disastro Ferrari anche in Spagna.

“Chi va forte sulla pista di Barcellona, va forte un po’ ovunque”. Questa la frase che si sente più spesso nel paddock di F1. Nel GP di Spagna 2024 è però disastro Ferrari.

Hamilton supera la Ferrari di Sainz in Spagna - Foto F1inGenerale Ferrari quarta forza hamilton sainz leclerc spagna disastro
Hamilton supera la Ferrari di Sainz in Spagna – Foto F1inGenerale

Dopo l’entusiasmo di Monaco e i proclami di inizio weekend, la Ferrari deve però fare i conti con la realtà: quarta forza nella pista che, più di ogni altra, è indicativa per la maggior parte dei tracciati del mondiale.

La vittoria di Leclerc a Monaco, dipinta come il trionfo iridato, si è ben presto trasformata in un’enorme illusione. Nella piovosa Montreal è arrivata la prima doccia gelata: Q3 mancato e doppio ritiro in gara. Il ritorno in Europa è il secondo, e forse definitivo, risveglio farcito con un’incredibile lotta tra Leclerc e Sainz per la quinta posizione.

“Fino alla fine del mondiale la bagarre si baserà sugli upgrade, queste le parole di Vasseur alla vigilia del GP di Spagna. I tanto attesi aggiornamenti, anticipati per lottare per la vittoria ad ogni gara, non hanno funzionato e il gap dai competitors è più che raddoppiato.
Non sempre un aggiornamento corrisponde ad un passo avanti, si è giustificato il team principal Ferrari dopo la disfatta catalana.

“Non abbiamo perso oggi, ma è frutto della prestazione nelle Qualifiche”, ha proseguito Vasseur. Un copione già visto troppe volte in questa stagione e gli aggiornamenti (aerodinamici e non solo) non sembrano focalizzati a migliorare questo aspetto fondamentale.

L’Austria sarà un week end di transizione, solamente 60 minuti di Prove Libere per ulteriori prove comparative e poi subito le Qualifiche Sprint. Come affermato dal team principal Ferrari, al Red Bull Ring bisognerà semplicemente adattarsi alle condizioni esterni perchè, con il variare delle temperature, potrebbe essere l’ennesimo calvario.

I tifosi non potranno far altro che attendere il prossimo pacchetto di aggiornamenti che arriverà a Silverstone. In caso di ulteriori fallimenti, Vasseur non potrà nuovamente dirsi soddisfatto del lavoro fatto in fabbrica e della direzione intrapresa.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.