A TCFormula 1

F1 | GP Bahrain, che Ferrari nelle Prove Libere 3! – Sintesi FP3

Molto bene la Ferrari nelle Prove Libere 3 del GP del Bahrain di F1, con Carlos Sainz che si prende la prima posizione – Sintesi FP3

Ferrari chiude in testa con Carlos Sainz le FP3 del GP del Bahrain di F1, ecco la sintesi dell’ultima sessione di Prove Libere. Lo spagnolo brucia tutti e si prende la leadership, con il compagno di squadra Charles Leclerc condizionato da dei problemi di visibilità nel primo settore.

F1 GP Bahrain FP3 Sintesi Ferrari
Ferrari – Jacopo Moretti per F1inGenerale

Un inizio molto lento

Nessuno in pista nei primi minuti di sessione. D’altronde, sia qualifiche che gara si correranno di notte, con temperature più basse e condizioni della pista differenti. I programmi di prove potrebbero, in questo caso, concentrarsi sulla simulazione qualifica. Il primo ad assaggiare la pista è anche uno dei favoriti per la pole position: Lewis Hamilton, sulla nuova Mercedes W15.

Sfruttando gomme soft, l’inglese fa segnare un 1:32.733, tempo ovviamente ancora alto. Non esegue un nuovo tentativo, rientrando ai box. A scuotere l’apparente calma di Sakhir sono le due Ferrari, entrambe in pista con gomme soft, seguite poi anche dalle Stake F1 e da Alexander Albon. Tempi comunque alti per Charles Leclerc e Carlos Sainz, con il monegasco in testa in 1:32.677.

A testimonianza dei ritmi anora blandi, in testa vola Kevin Magnussen in 1:32.440. Qualche fastidio nell’ingranare le marce per Sergio Perez, che si lamenta con il suo box via radio. Ci pensa Lance Stroll, su Aston Martin, ad alzare l’asticella: 1:32.327 per il canadese. La sensazione è che le squadre stiano aspettando momenti più freschi della sessione.

Si comincia a fare sul serio

George Russell è il primo ad abbattere il muro del 32: 1:31.821 per il pilota Mercedes. Lavoro diverso per i due Red Bull, che girano in pista con gomme bianche. Vola, invece, Fernando Alonso, che si porta in testa girando in 1:31.582. In simulazione passo gara Lewis Hamilton, con gomme soft usate. Mentre Sergio Perez continua a lamentare dei problemi al cambio: campanelli d’allarme in casa Red Bull.


Leggi anche: F1 | Vasseur tranquillizza Ferrari in Bahrain: “Ecco perché siamo stati più lenti”


Lewis Hamilton continua la sua simulazione passo gara, girando in 1:37.6. Proprio l’inglese è protagonista di un bloccaggio all’anteriore che lo porta lunghissimo in Curva 10. Momento di calma sul fronte giri veloci: i piloti in pista si dedicano a prove su gomma usata, aspettando gli ultimi minuti della sessione che saranno nuovamente incentrati sulla simulazione qualifica.

Carlos Sainz si prende la leadership

Ritocchi al setup in casa Ferrari, con modifiche apportate su entrambe le vetture: Charles Leclerc ha apportato cambiamenti sia all’anteriore che al posteriore, mentre Carlos Sainz ha agito sull’ala anteriore. I due piloti del Cavallino Rampante sono poi scesi in pista con gomme usate, per verificare la bontà delle modifiche apportate.

Si accende Sergio Perez, in pista con gomme soft nuove: 1:31.248. Tutti i piloti su mescole morbide cominciano adesso ad abbassare i propri tempi sul giro. A salire in cattedrà è Max Verstappen, che gira in 1:31.062. Ora non si scherza più: Fernando Alonso abbatte un altro muro e va sull’1:30.965. A dieci minuti dalla fine, mancano all’appello le due Ferrari.

È Carlos Sainz il primo dei ferraristi in pista, anche lui con soft nuove, mentre altro cambio al setup del posteriore per Charles Leclerc. Molto bene – e di buon auspicio per Ferrari – il tempo di Nico Hulkenberg, che sale in settima posizione. Vola Carlos Sainz: 1.30.824 per lo spagnolo! Pronto a lanciarsi anche il numero #16 monegasco.

Quarta posizione per Charles Leclerc, che perde molto nel primo settore ma poi è più rapido del compagno di scuderia nel secondo e terzo. Nessuno migliora più, la Ferrari chiude in testa le FP3.

Risultati FP3

Foto Copertina: Jacopo Moretti per F1inGenerale

Seguici in Live Streaming su kick.com/f1ingenerale

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter