A TCFormula 1

F1 | GP Belgio – Leclerc e il miglioramento in condizioni miste: quando il duro lavoro ripaga

Nella conferenza stampa post qualifiche del GP del Belgio, Leclerc ha voluto approfondire il tema delle condizioni miste, in cui il pilota ha sempre fatto fatica.leclerc gp belgio condizioni miste

Nella conferenza stampa post qualifiche del GP del Belgio, Leclerc ha voluto approfondire il tema delle condizioni miste, in cui il pilota ha sempre fatto fatica. Il monegasco oggi è riuscito a mettere insieme i pezzi e il duro lavoro ha ripagato.

Quello del Belgio è un weekend che, seppur essendo iniziato da poco, ha già messo in difficoltà molti piloti, sia nelle dichiarazioni che in azione. Nella giornata di ieri, ci era sembrata di percepire una certa preoccupazioni nei piloti, ben consci che il meteo tra FP1 e qualifiche sarebbe cambiato all’improvviso. Pioggia torrenziale in mattinata, sole nel pomeriggio. La pista, però, non era ancora del tutto asciutta quando i piloti sono scesi in pista.


Leggi anche F1 | Lambiase zittisce Verstappen via radio in Q2: “Dimmi tu cosa vuoi fare allora!”


In queste condizioni così miste Leclerc ha sempre fatto fatica, soprattutto quest’anno. Non l’ha mai nascosto neppure lui in alcune dichiarazioni di inizio luglio. “Al momento, sto lottando come un matto ogni volta che è mezzo asciutto e mezzo bagnato“, ha detto. “Sono solo completamente fuori ritmo. Quindi bisogna capire, perché ormai sono tre gare di fila che ci ritroviamo in quelle condizioni e io continuo a faticare”.

Oggi la svolta. In condizioni particolari, che lui ha sempre “odiato”, è riuscito ad ottenere la seconda posizione in griglia per la gara di domenica (che diventerà prima data la penalità di Max Verstappen). Proprio durante la conferenza, Charles ha parlato di quanto si senta più in confidenza anche in queste condizioni. Sapevo benissimo di avere difficoltà in queste condizioni, ma non riuscivo ad accettarlo. Io voglio sempre cercare di migliorarmi e ovviamente mi bruciava non riuscire a mettere insieme un giro quando un po’ piove, un po’ c’è il sole. Ho lavorato tantissimo, mi sono proprio messo in testa di voler migliorare da quel lato. Ovviamente bisognerà vedere cosa succederà quando ricapiterà, ma sinceramente mi sento molto più a mio agio”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter