A TCFormula 1Interviste F1

F1 | GP Cina, Perez spegne i sogni Ferrari: “Sarà molto diverso da Melbourne”

Sergio Perez ha parlato delle aspettative di Red Bull per il GP della Cina parlando di alcuni miglioramenti che potrebbero aiutare a battere la Ferrari

Sergio Perez è molto fiducioso per il GP di Cina ed è abbastanza convinto che a Shanghai la Red Bull potrà avere la meglio su tutti, anche sulla Ferrari. Il pilota messicano, infatti, si è soffermato sul discorso graining che potrebbe creare un forte vantaggio alla scuderia di Maranello proprio come visto in Australia.

A Melbourne, infatti, proprio l’ottima gestione del graining ha favorito la Ferrari portandola alla vittoria e confermando l’ottima gestione delle gomme della Rossa. La Red Bull, al contrario, ha sofferto molto di più questo fattore e proprio in Cina il problema con il graining potrebbe ripresentarsi proprio a causa delle basse temperature previste e con l’asfalto in una condizione ancora tutta da valutare.

gp cina perez ferrari
Verstappen guida il gruppo nel primo giro del GP d’Australia prima del ritiro © Red Bull Content Pool

Eppure, Perez è convinto che la sua squadra abbia migliorato tantissimo questo aspetto, imparando proprio dai problemi avuti all’Albert Park. “Ci sono così tante incertezze sull’asfalto, sono cinque anni che non succede qualcosa su questo tracciato quindi molte cose andranno valutate passo passo” sostiene il pilota messicano.


Leggi anche: F1 | GP Cina 2024 su Sky, tutti gli orari e la programmazione completa


Quindi sarà una FP1 (unica sessione di prove libere) interessante e vedremo da lì. Ovviamente sembra un circuito dove potenzialmente potremmo faticare un po’ di più. Tuttavia, abbiamo imparato molto da Melbourne, abbiamo una certa comprensione di ciò che abbiamo fatto lì, quindi dobbiamo solo rimanere ottimisti” racconta ancora il numero 11 della Red Bull.

Se dovesse succedere la stessa cosa successa in Australia noi conosceremo già il problema e questo potrebbe aiutarci molto per gestirlo. In più a Melbourne le curve veloci hanno peggiorato le cose, ma qui le curve sono molto più lente. Questo può giocare a nostro favore” conclude poi il vice campione del mondo in carica.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter