A TCFormula 1

F1 | Hulkenberg fermato da problemi alla MGU-K in Australia, allarme per il motore Ferrari?

Dopo un’analisi alla vettura di Hulkenberg, Haas ha riscontrato dei problemi alla MGU-K del motore Ferrari. Allarme per le Power Unit di Maranello?

Nella confusione generale che ha caratterizzato il Gran Premio d’Australia, si è poco parlato di quanto accaduto a fine gara. Una volta tagliato il traguardo, infatti, Nico Hulkenberg ha dovuto parcheggiare la sua vettura a bordo pista.

problemi motore ferrari
La Haas ha riscontrato dei problemi al motore Ferrari della monoposto di Hulkenberg dopo la gara di Melbourne – Foto: Dppi/DPPI/LiveMedia

Inizialmente l’ipotesi più accreditata è stata quella riguardante la mancanza di carburante. Questa possibilità è stata poi scartata visto che il pilota della Haas non è stato squalificato dalla gara come previsto dal regolamento in quel caso.

I successivi controlli effettuati dal team statunitense hanno rivelato la presenza di problemi alla MGU-K del motore Ferrari montato sulla vettura del pilota tedesco. “Per un attimo mi sono trovato a non avere più potenza. Inoltre avevo anche dei problemi nell’inserire le marce“, ha dichiarato lo stesso Nico Hulkenberg. “Successivamente la squadra mi ha chiesto di fermarmi e di parcheggiare la macchina a bordo pista”.

Anche lo scorso anno la scuderia guidata da Gunther Steiner aveva dovuto fare i conti con questo tipo di problema in diverse occasioni. Avvenne ad esempio in Canada dove Mick Schumacher fu costretto a ritirarsi al ventesimo giro.


Leggi anche: F1 | Ferrari – Vasseur guarda con fiducia verso Baku: “Compiuto un mega step”


In quest’ottica resta da chiedersi se il problema avuto da Hulkenberg possa rappresentare o meno un campanello d’allarme per i motorizzati Ferrari. Sia il Cavallino che i team clienti hanno sostituito già diverse alcuni componenti della Power Unit. Stando a quanto dichiarato dai diretti interessati si tratterebbe però di scelte puramente precauzionali che si vanno ad inserire all’interno della rotazione stagionale.

Seguici anche sui nostri profili social: TelegramInstagramFacebookTwitter