A TCFormula 1

F1 | Leclerc su Verstappen: “Senza la Red Bull non so cosa farebbe ma anche viceversa”

Charles Leclerc è convinto che Red Bull e Verstappen non avrebbero raggiunto gli stessi traguardi se non fossero stati insieme.

Leclerc è pronto a sfidare Verstappen e la Red Bull. Il monegasco infatti è fiducioso sulle potenzialità della Ferrari. Il gap è ancora importante ma la Rossa sta lavorando bene.

charles Leclerc max verstappen red bull ferrari gp bahrain gp arabia saudita jeddah 2024 rivalita campione del mondo rb20 sf-24
Max Verstappen e Charles Leclerc in Bahrain © Reuters

La stagione in Bahrain è iniziata con qualche difficoltà per Leclerc. Il monegasco ha infatti chiuso al quarto posto dopo essere stato condizionato da noie tecniche per tutta la gara.

Tuttavia la SF-24 sembra aver fatto un bel passo avanti rispetto allo scorso anno. Per battere Verstappen però manca ancora qualcosa.

In un’intervista rilasciata al Corriere, Leclerc ha parlato di come Verstappen non faccia la differenza a prescindere ma come sia il binomio con Red Bull ad essere perfetto.

“Per diventare campione del mondo c’è bisogno della migliore combinazione mezzo-pilota. Max senza la Red Bull non so cosa farebbe e neanche la Red Bull senza Max. Oggi è un’accoppiata che stravince, ma tocca a noi andare a riprenderli».

“Sono fiducioso, la Ferrari ha le migliori chance per recuperare ha continuato Leclerc. “Rispetto al 2023 abbiamo fatto un salto in avanti, la distanza resta perché era grande. Ma guardando alla prima gara siamo cresciuti più noi di quanto non siano cresciuti loro“.


Leggi anche: F1 | Ferrari, Sainz e il commovente regalo d’addio a Leclerc: “Ti ricorderai di me per tutta la vita” – VIDEO


La rivoluzione fatta sulla SF-24 sembra infatti aver dato i proprio frutti. In Bahrain abbiamo visto una macchina più facile da guidare e con un netto miglioramento nella gestione gomme. I due piloti Ferrari hanno infatti dimostrato un buon passo e sopratutto costante.

Anche Leclerc è soddisfatto dei progressi fatti ed è convinto che questa possa essere la strada per avvicinarsi a Verstappen e alla Red Bull.

La nuova macchina si guida meglio e non è sensibile al vento. La vettura dell’anno scorso era incostante e per adattarci dovevamo scegliere soluzioni sottosterzanti, e a me le macchine sottosterzanti piacciono zero“.

I cambiamenti quindi sono andati sicuramente in una direzione che più si adatta allo stile di guida del monegasco. Ora toccherà a Ferrari sviluppare ulteriormente questa base per tornare a competere per la vittoria.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Copertina © Formula 1