A TCFormula 1

F1 | Red flag e ritiro, Alonso sbotta in team radio e chiede il ripristino delle posizioni [ GP Australia ]

Alla ripartenza dopo la terza red flag Alonso va fuori dai giochi: lo spagnolo sbotta in team radio, inveendo contro le decisioni della direzione gara.

Incredibile quanto successo a Melbourne. Il gran premio d’Australia è stato al cardiopalma con l’ultima red flag che porta Alonso al contatto con Sainz (poi penalizzato): l’asturiano sbotta in team radio. La ripartenza infatti l’ha portato fuori corsa per un attimo, prima che entrasse in vigore una nuova Red Flag.

f1 alonso australia team radio melbourne gara red flag
Fonte: @F1 – Alonso inveisce in team radio dopo la red flag in Australia.

La gara di Melbourne offre colpi di scena a ripetizione. Alonso conclude terzo, ma non senza preoccupazioni. I timori di un podio perso giungono all’ultima partenza negli ultimissimi giri di GP.

Siamo nel giro numero 57 quando la corsa riparte, da fermo, dopo la red flag causata dall’incidente di Magnussen. Alonso viene toccato in uscita di curva 1 dalla Ferrari di Sainz, finendo fuori dai giochi.

La classifica verrà successivamente ripristinata al giro precedente, a causa di una nuova bandiera rossa arrivata pochi secondi dopo. La reazione immediata non è stata però delle più pacate.


Leggi anche: F1 | GP Australia 2023 – Risultati – A Melbourne è il caos: red flag, safety car e penalità: Sainz è fuori dai punti [ Gara LIVE ]


Alonso non ha preso bene i procedimenti della direzione gara nel GP d’Australia e, a red flag nuovamente esposta, ha sbottato in team radio. L’asturiano ha esclamato: “Ca**o! Ca**o! Che stupida regola! Come hai potuto dare bandiera rossa prima?!”

Ha poi proseguito: “Non abbiamo completato il giro! Probabilmente dovremmo tornare alla classifica precedente alla ripartenza. Come successe a Silverstone.”

“Ci stiamo lavorando”, rispondono dal muretto. Infine chiedono: “La macchina com’è?”, e Alonso risponde: “La vettura è ok”. Lo spagnolo riuscirà a riprendere la corsa nell’ultimo giro fittizio sotto safety car, concludendo a podio.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter