A TCFormula 1Interviste F1

F1 | “Verstappen forte, ma ai suoi titoli manca qualcosa” il parere di un ex campione del mondo

Alain Prost ha elogiato la forza di Verstappen e i suoi grandi record ma crede che al successo dell’olandese manchi una componente importante

Alain Prost sa che sta assistendo a uno dei domini più forti della storia della Formula 1 e riconosce tutto il talento di Max Verstappen. Il pilota della Red Bull, infatti, ha già vinto 3 campionati del mondo ed è giaà candidato per il quarto alla giovane età di 26 anni (ne compirà 27 a settembre).

A parte il primo titolo, combattuto fino alle ultime curve del GP di Abu Dhabi e poi strappato a Lewis Hamilton, per gli altri due l’olandese ha avuto sicuramente vita più facile. Nel 2022, infatti, nonostante la prima parte di stagione competitiva della Ferrari, Verstappen ha fatto suo il mondiale con ben 4 gare di anticipo.

F1 | "Verstappen forte, ma ai suoi titoli manca qualcosa" il parere di un ex campione del mondo
(Photo by Robert Cianflone)

Nel 2023, invece, non c’è stata storia: le 19 gare vinte dall’olandese ne sono la conferma. “Max è uno, se non il miglior pilota di Formula 1 attualmente, dobbiamo accettarlo“. Così si è espresso Prost sul tre volte campione del mondo della Red Bull.


Leggi anche: F1 | Orari GP Cina 2024: quando sarà la prossima gara di Formula 1?


Ma un campionato vale di più per chi lo vince quando c’è battaglia tra due o tre squadre. Verstappen non ha avuto dei veri rivali in questi anni in cui ha vinto. Questo potrebbe essere qualcosa di negativo anche se non cambia il fatto che lui sia oggettivamente molto forte“.

Mercedes e Ferrari avrebbero maggiori possibilità se, come la Red Bull, trovassero un vero primo pilota e si concentrassero maggiormente su quello. È un peccato che non ce l’abbiano in questo momento. Speriamo che lo facciano l’anno prossimo e poi ci potrebbe essere un’altra grande battaglia” aggiunge poi Prost, spiegando che sono le scuderie rivali a trovare delle soluzioni per una lotta maggiore.

Il punto però è che attualmente sia Mercedes sia Ferrari trattano i piloti allo stesso modo. Il rischio è anche il prossimo anno potrebbe succedere la stessa cosa con Hamilton e Charles Leclerc a dividere il garage della Ferrari. La speranza di Prost (e di tutti) è che proprio la Ferrari torni ad essere competitiva per ingaggiare una lotta con l’olandese.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter