A TCF1 AnalisiFormula 1

F1 | Verstappen guida con uno squarcio nella fiancata nella Sprint di Baku [ FOTO ]

La Sprint di Baku si rivela amara per Max Verstappen che termina la gara con uno squarcio sulla fiancata dopo un contatto con George Russell.

La prima Sprint dell’anno a Baku vede una super partenza di George Russell. Nel primo giro proprio l’inglese è molto aggressivo e danneggia la fiancata di Max Verstappen in curva 2. La safety car uscita nel primo giro causata da Tsunoda congela la Sprint per qualche giro. Alla ripartenza, il pilota olandese riesce a riconquistare la terza piazza grazie ad una staccata profonda in curva 1. Durante il regime di safety car l’ingegnere di pista del due volte Campione del Mondo, Gianpiero Lambiase, lo avvisa di danni causati dal contatto. L’olandese risponde a tono: “Come può danneggiare la macchina e mantenere la posizione?“.


Leggi anche: F1 | GP Baku – Sprint Race: Perez domina, Leclerc deve accontentarsi della P2


Verstappen non riesce a tenere il passo di Perez e continua a stare circa ad 1s da Leclerc, in seconda posizione. Una volta giunto in pit lane al termine della Sprint le telecamere vanno a cercare la Red Bull #1. La ripresa della fiancata è impressionante e rivela un profondo squarcio nella fiancata. Verstappen guarda la sua auto stizzito e, quando incontra Russell, cerca subito il confronto.

Verstappen Red Bull RB19 Russell squarcio FOTO Baku
Lo squarcio presente sulla RB19 di Max Verstappen visto da vicino

Le parole di Russell: “Non avevo grip“. Verstappen replica indicando la sua RB19: “Amico, nessuno di noi aveva grip. Dobbiamo darci tutti un pò di spazio“.

Lo so“, risponde Russell e va via. Verstappen, non soddisfatto, continua a parlare. Aspettati la stessa cosa la prossima volta, sappilo, testa di c***o“, chiosa il Campione del Mondo.

Lo squarcio nella fiancata rende l’auto di Verstappen inevitabilmente più difficile da guidare e più lenta. Inoltre, l’auto #1 aveva anche dei danni al fondo. Nel contatto con Russell, Verstappen ha anche colpito la barriera con la posteriore destra.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter