A TCFormula 1

I rimpianti di Vasseur a Imola: la Ferrari ha un punto debole da risolvere

“Sarebbe stata un’altra storia”: Vasseur commenta il GP di Imola di F1 della Ferrari, non nascondendo alcuni rimpianti.

La terza posizione nel GP di Imola di F1 non soddisfa pienamente un ambizioso Leclerc: a commentare la prestazione romagnola della Ferrari è stato il team principal Fred Vasseur.

f1 ferrari leclerc sainz imola gp gara montecarlo monaco vasseur

Scattate ambedue dalla seconda fila, le Ferrari di Leclerc e Sainz non sono riuscite ad attaccare il duo di testa Verstappen-Norris. Il monegasco ha conquistato podio e P2 iridata, lo spagnolo ha perduto la posizione su Piastri, giungendo quinto a fine gara.

“Sensazioni contrastanti”, ha ammesso Vasseur. “Credo che oggi questo risultato fosse il massimo. Era davvero difficile sorpassare. Quando spingevamo ci avvicinavamo, ma poi le gomme si surriscaldavano. Non c’era la differenza necessaria per passare in pista.”

Colpa delle qualifiche non eccelse, il rimpianto del francese è chiaro. Vasseur ha approfondito: “Avremmo potuto fare meglio in qualifica. Se ieri avessimo fatto meglio oggi sarebbe stata un’altra storia, ha spiegato. A concordare con il boss di Draveil anche i due piloti Leclerc e Sainz. La qualifica è l’aspetto ancora scricchiolante di questa SF-24.


Leggi anche: F1 | “Una delle emozioni più forti”, la commozione di Vettel dopo il giro con la McLaren di Senna


“In sessanta giri abbiamo avuto tre team in sei secondi. C’è meno di un decimo di differenza tra le tre vetture, è bello per il campionato. A differenza di alcune settimane fa ora siamo lì, sul passo, in lotta con loro. C’è certamente da fare ancora un passettino, ma ogni weekend sarà diverso”, ha raccontato osservando il gap da Max Verstappen. Da pista a pista l’ordine in griglia sarà differente, dipende da assetto e caratteristiche della vettura. È positivo per lo sport.”

“Fissarsi obiettivi diversi? No, no, voglio semplicemente migliorare passo dopo passo, gara dopo gara“. Vasseur ha proseguito: “Sono sicuro che avremo due piloti estremamente motivati a Monaco. Abbiamo tutte le caratteristiche per fare un buon lavoro. In Canada poi saranno decisivi i cordoli. E lì credo che siamo in buon condizioni.”

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.