A TC

F1 | La FIA rimuove “la regola Verstappen”: cambia tutto per Antonelli

La FIA ha modificato l’articolo 13.1.2 del codice sportivo internazionale, permettendo così a Kimi Antonelli di debuttare potenzialmente in Formula 1 anche da minorenne

A ridosso del weekend di Imola si era parlato molto della presunta deroga che Williams avrebbe chiesto alla FIA per permettere a Kimi Antonelli di ottenere la superlicenza, nonostante quest’ultimo non abbia ancora raggiunto la maggiore età.

FIA Antonelli
La FIA cambia “la regola Verstappen”: cosa cambia ora per Antonelli © Mercedes

Antonelli può già debuttare in Formula 1

La federazione, dopo aver fatto le dovute considerazioni, ha quindi accolto favorevolmente la richiesta della scuderia inglese, avendo aggiornato l’articolo 13.1.2 del codice sportivo internazionale in data 11 Giugno, permettendo così al giovane pilota italiano di debuttare potenzialmente in Formula 1 già quest’anno.

Secondo il precedente comma, infatti, ogni pilota non avrebbe più avuto la possibilità di prendere parte ad un Gran Premio se non al raggiungimento dei 18 anni, tutto ciò con l’obiettivo di prevenire un nuovo caso Verstappen, che destò parecchio clamore quando venne ufficializzato da Toro Rosso nel 2015.

La FIA ha invece ora abbassato nuovamente tale limite: “Ad esclusiva discrezione della FIA, un pilota che abbia recentemente e costantemente dimostrato una straordinaria abilità e maturità nelle competizioni per monoposto formula può ottenere una Superlicenza all’età di 17 anni”.


Leggi anche: F1 | Mercedes, anche Wolff commenta il presunto “downgrade” di Red Bull


Ciò significa che Antonelli potrebbe prendere parte a una sessione di prove libere anche prima del 25 Agosto, data in cui il bolognese compirà 18 anni.

L’italiano sembra ormai orientato al debutto come pilota ufficiale in Mercedes nel 2025, con Toto Wolff che ha ribadito la volontà d puntare forte sui talenti del vivaio: “Vogliamo solo concentrarci su Kimi, questo è il nostro futuro, i giovani piloti. Vogliamo puntare su questo, sui giovani piloti. Questo è quello che abbiamo detto a Carlos”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter