A TCFormula 1Interviste F1

F1 | Altra pesante bordata per Perez: “È stupido, cieco e non vale quei soldi”

Sergio Perez ha ricevuto ancora una volta pesanti critiche, questa volta per la difesa adottata contro Fernando Alonso nei giri finali del GP del Brasile.

Nonostante lo splendido duello con Fernando Alonso nei giri finali del GP del Brasile, Sergio Perez ha ricevuto ancora una volta pesanti critiche. Il messicano è reduce dal quarto posto di Interlagos, che sembrava essere una boccata d’ossigeno per lui, considerando la crisi di risultati che lo ha attanagliato dalla seconda parte di campionato in poi. Non è dello stesso avviso Hans-Joachim Stuck, ex pilota di F1, che ha avuto qualcosa da ridire sulla difesa di Checo.

Perez Alonso GP Brasile
Perez vs Alonso in Brasile: la critica di Hans-Joachim Stuck © Pirelli

Perez vs Alonso in Brasile: la critica di Hans-Joachim Stuck

“C’è un grande esempio attuale che non capisco affatto che mi fa impazzire”, ha dichiarato Stuck ad Eurosport. ”Sergio Perez stava guidando dietro Fernando Alonso in Brasile e non capiva che lo spagnolo stesse prendendo una traiettoria significativamente più veloce nella curva che porta al lungo rettilineo”.

“Devo dire che è stupido? Che è cieco? Con tutte le sue abilità… non vale quei soldi. Quando Alonso dimostra di percorrere l’esterno della curva e quindi di essere talmente più veloce che Pérez non ha nemmeno il DRS sufficiente per superarlo, sceglie comunque una linea diversa. Non lo capisco”.

Alonso e Perez hanno dato vita in Brasile ad uno dei duelli più spettacolari della stagione, e forse degli ultimi anni. Dopo averlo seguito a distanza ravvicinata per diversi giri, il messicano era riuscito a passare Fernando a pochi chilometri dalla bandiera a scacchi, salvo poi ricevere un pesante contro sorpasso e tagliare il traguardo a 63 millesimi dall’asturiano.

“Si può solo sperare che qualcun altro vada in Red Bull”, aggiunge l’ex pilota tedesco. ”Penso che sarebbe fantastico se Alonso venisse messo al fianco di Verstappen. Le voci ci sono. Lui nega completamente, ma potrebbe esserci un motivo”.


Leggi anche: F1 | Troppe attività promozionali nel weekend di Las Vegas: Alonso propone un compromesso


“Non dobbiamo parlare di Max Verstappen. È l’uomo del momento, non c’è dubbio. Ma se si guarda ad Alonso,  mi piacerebbe vederlo in Red Bull. Per il modo in cui guida, combatte e per il modo in cui porta avanti la squadra, direi che sarebbe molto, molto vicino a Verstappen. Ne sono convinto”.

“Più vicino di Pérez, in ogni caso, per me non c’è dubbio. Ci sono poche persone di cui mi fido per guidare al livello di Verstappen, e Alonso è al cento per cento tra queste. Ci conosciamo molto bene. Lui ha la motivazione, si diverte. Inoltre, ha la maturità per utilizzare perfettamente le sue capacità al momento giusto. È davvero impressionante”.

Dopo la bomba mediatica scoppiata poche settimane fa, sia Alonso che Red Bull hanno smentito le voci di mercato, con lo spagnolo che ha addirittura minacciato di prendere provvedimenti nei confronti di coloro che hanno messo in giro tale rumor.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter