A TCWEC

WEC | 6h Portimao – Risultati qualifiche: Pole per la Toyota #8, Ferrari in terza e quarta posizione

Le qualifiche del secondo round stagionale del WEC a Portimao vedono Toyota in pole position, con Ferrari che partirà dalla terza e quarta posizione, di seguito tutti i risultati.

Sono andate in scena le qualifiche del WEC sul circuito di Portimao e, in classe hypercar, è Toyota a conquistare la prima fila con risultati irraggiungibili per gli avversari, Ferrari comprese. Le due rosse partiranno dalla terza e quarta posizione. In LMP2 è PREMA che partirà dalla prima posizione mentre, in GTE-AM, troviamo la Corvette di Ben Keating.

Hypercar: Toyota con grande vantaggio su Ferrari

Pole POsition qualifiche Portimao WEC Risultati 6h Giovinazzi Ferrari 499P

Anche in Hypercar è importante il riscaldamento delle gomme, con Cadillac, Vanwall, Porsche #6 e Peugeot #93 che rientrano dopo il primo giro.

Dopo 3 giri Hartley piazza un primo tempo competitivo, è un 1.30,480, per poi migliorarsi il giro successivo con un incredibile 1.30.171. Kobayashi si piazza secondo a due decimi, le due Ferrari sono la concorrenza più vicina, ma Nielsen è a 1,4 secondi e Calado a 1,7 Secondi. Ancora più lontane le due Porsche, 5ª e 7ª a 2,2  e 2,3 secondi. Qualifica senza intoppi per Peugeot, a 2.3 secondi per la #94 e a 2.5 secondi per la #93, nona, e poi la Cadillac, 8ª con Westbrook a 2,4 secondi. Troviamo infine la Glickenhaus di Dumas davanti alla Vanwall di Dillmann, a 3,1 e 3,6 secondi rispettivamente.


Leggi anche: WEC | 6 Ore di Portimao – Miguel Molina fiducioso sulla 499P: “Il focus era l’affidabilità, ora lavoriamo per raggiungere le Toyota”


Risultati LMP2: Bortolotti in pole con un millesimo di vantaggio

Sessione di qualifiche assolutamente incerta e spettacolare, che ha visto infine Mirko Bortolotti in pole per la Prema #63! A un millesimo troviamo Aubry con la #10 Vector Sport, segue la #22 United Autosport.

L’inizio delle qualifiche ha visto correre i meccanici PREMA in pit lane per aggiustare la #63 di Bortolotti, rimasta con una clip posteriore non attaccata bene. La #63 è rientrata in pista con un certe ritardo dagli altri. Purtroppo per la squadra ci sono ulteriori problemi, che rallentano Bortolotti.

Gabriel Aubry sulla #10 Vector si è piazzato subito in testa in 1.34,304, davanti alla Prema #9 di Viscaal, e alla JOTA #48 di Yifei Ye.


Leggi anche: WEC | 6 Ore di Portimao – Giovinazzi si racconta: “Le differenze tra WEC e F1”


Le due United Autosport di Hanson e Jarvis hanno quindi migliorato i loro tempi, piazzandosi subito alle spalle di Aubry.

Mirko Boirtolotti dopo lo sfortunato inizio riesce a piazzarsi in pole, ma la #63 perde il tempo per trtack limits, mentre Robin Frijns non riesce a migliorarsi e resta quinto.

Aubry nel frattempo è rientrato definitivamente ai box, mntre Bortolotti per appena un millesimo si piazza in pole! Phil Hanson non riesce a portare la #22 oltre la terza posizione, nessun’altro si migliora e quindi PREMA conquista la prima pole stagionale!

Qualifiche GTE-AM: prima pole stagionale per Keating

In GTE-AM, con i Bronze che scendono in pista per qualificare le loro vetture, il riscaldamento delle gomme è stato ancora di più fondamentale.

Ben Keating sulal Corvette #33 è stato il primo a ingranre, segnando un 1.42 e poi un 1.41,793, ma dietro gli avversari hanno completato il riscaldamento, iniziando a migliorarsi, particolarmente le quattro Ferrari 488 di Alessi, Perz Companc, Kimura e Flohr, la Porsche Iron Dames di Bovy.

Diego Alessi sulla Ferrari #21 AF Corse si migliora in 1.41,628, ma dietro arriva Sarah Bovy che piazza le Iron Dames in pole in 1.41,598!

Ben Keating però non ci sta, si migliora ancora in 1.41,362, e Bovy non riesce a controbattere, fermandosi a 3 decimi. Dietro alla Porsche #85 troveremo la Ferrari #21 AF Corse di Alessi, che chiude a 2 decimi e mezzo poi Flohr a 5 decimi sulla #54, quindi la Aston #25 di Al Harthy a 5 decimi, la Ferrari #83 di Luis Companc e la #57 Kessel di Kimura. Si conferma quindi una gran velocità delle 488 a Portimao, vista nelle libere, anche se alla fine non hanno conquistato la pole.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter