Nuova Audi RS4 – Famiglia o lavoro? Sport!

L’Audi RS4 è un’automobile sportiva derivata dalla A4 e prodot…

Aaah lasciamo perdere le definizioni, andiamo… chi non conosce la Audi RS4? La nuova station wagon sportiva di casa Audi cambia look, si rivoluziona fuori e arriva finalmente alla quinta serie (per i più pignoli, il nome in codice è B10).

Foto di UKMotor1.com_Copertina
Foto di UKMotor1.com – Ecco la nuova Audi RS4, in una colorazione sportiva rosso fiammante

Adatta a giovani rampanti, famiglie numerose e a uomini d’affari con tendenze sportive.

L’RS4, rispetto alla sorella più tranquilla A4, ha sempre avuto una linea decisamente più sportiva. Questa sua caratteristica rimane inalterata anche con la nuova generazione, che presenta un’impronta a terra più ampia di 30 mm. Il frame frontale è più ampio, con la griglia a nido d’ape, lavorata per avere un effetto tridimensionale in nero lucido, ma senza la classica cornice né (“sacrilegio” penseranno i puristi) il piccolo logo Quattro a lato…

 

Foto di NewsAuto.com
Foto di NewsAuto.com – Il frontale della nuova RS4, con la calandra privata della cromatura tra la struttura a nido d’ape e la carrozzeria rossa. Manca anche il piccolo logo Quattro a lato…

In compenso il nuovo paraurti RS presenta delle generose prese d’aria laterali con blade verticali, i fari a LED aggiornati e la possibilità di avere in dotazione anche i fari Matrix con indicatori di direzione dinamici e inserti bruniti specifici. Il taglio posteriore mostra i gruppi ottici LED, con al centro l’estrattore e lo spoiler RS al tetto, che conferiscono un look inconfondibile alla vettura.

Foto di NewsAuto.com - Posteriore
Foto di NewsAuto.com – Il taglio posteriore della nuova Audi RS4, con in bella mostra i due scarichi ovali

L’impianto di scarico RS prevede due uscite ovali. Di base è cromato, ma è disponibile nella versione sportiva con terminali neri. Così come tutta la carrozzeria, che può essere modificata con i pacchetti look nero lucido e look carbonio. Di spazio ce n’è in abbondanza: il portellone e la cappelliera ad azionamento elettrico danno accesso al bagagliaio da 495 litri, mentre abbattendo il divanetto posteriore si arriva a 1.495 litri di volume di carico.

E all’interno?

Sportività e comodità coniugati sapientemente, queste sono le due parole che vengono in mente entrando nell’abitacolo della RS4 Avant. Cura dei dettagli maniacale in puro stile tedesco, a partire dalle portiere: aprendole infatti viene proiettato al suolo il logo Audi Sport. Una volta dentro domina il colore nero, mentre il pacchetto “luce diffusa” permette di optare per 30 diverse combinazioni led, che cambiano in base al driving mode selezionato.

Foto di GTSpirit.com - interni
Foto di GTSpirit.com – Gli interni della RS4. Da notare il volante tagliato in basso, tipicamente sportivo, e le cuciture rosse a contrasto lungo la portiera

Gli interni si possono personalizzare con i pacchetti design RS: arriva quindi l’Alcantara con cuciture a contrasto sulla cuffia del selettore del cambio e sulle protezioni per le ginocchia lungo il tunnel. Oltre a queste chicche, troviamo il volante sportivo di diametro maggiorato rispetto alla RS4 “vecchia” con nuovi comandi multifunzione come il pulsante RS MODE, tagliato nella parte inferiore e corredato sia dei rinnovati bilancieri RS in alluminio. Il pulsante RS regola i cinque programmi di marcia: comfort, auto, dynamic e le modalità specifiche RS, liberamente configurabili, denominate RS1 ed RS2.

Foto di GTSpirit.com_interni2
Foto di GTSpirit.com – Altra foto degli interni della RS4, con i sedili in pelle e le cuciture rosse

Tutta la plancia si sviluppa orizzontalmente, e al centro spicca l’ampio display MMI touch da 10,1 pollici con feedback acustico. La personalizzazione RS del sistema operativo permette di richiamare le informazioni tipicamente pistaiole della vettura, per esempio dettagli sulla temperatura dell’olio motore, del liquido di raffreddamento, l’andamento dei G laterali in curva o lo stato degli pneumatici.

La nuova Audi RS4 Avant cambia fuori e dentro rispetto alla vecchia generazione, ma cosa le succede sotto il cofano?

L’ultima nata della casa tedesca è oggi equipaggiata con l’unità motrice 2.9 TFSI, sovralimentata con doppio turbocompressore che lavorano a 1,5 bar di pressione. Il propulsore è un a 6 cilindri a V, capace di erogare un massimo di 450 CV tra i 1900 e i 5000 giri/min, con una coppia massima di 600Nm. Il blocco motore pesa 182 chilogrammi, ovvero addirittura 31 kg in meno rispetto al V8 4.2 aspirato, introdotto nel 2012.

Foto di NewsAuto.com_motore
Foto di NewsAuto.com – Il motore 2.9 V6 della nuova Audi RS4

Il cambio è il consueto TipTronic prodotto da ZF, ad otto rapporti e con taratura sportiva, mentre la trazione è la sempre ottima integrale Quattro, con differenziale centrale meccanico. Di base la coppia motrice è distribuita in stile 40:60, ma si può regolare manualmente fino al 70% all’avantreno e fino all’85% al retrotreno.

Elevatissimi i anche gli altri numeri: parliamo di un’auto che scatta da 0 a 100 km/h in 4’1″, con una velocità massima di 250 km/h autolimitati, che possono aumentare a 280 km/h in caso il cliente volesse scegliere l’adozione del pacchetto Dynamic o Dynamic Plus. In quanto ad emissioni e consumi, argomento sempre di grande attualità, Audi garantisce r9,2 litri di benzina per 100 km, e 208 g/km di CO2, riferiti al ciclo NEDC.

Foto di TuningBlog.eu_freni
Foto di TuningBlog.eu – Ecco il nuovo impianto frenante della RS4, con le pinze freno rosse. Sportività sempre presente, soprattutto con i cerchi da 19″…

Tutti questi cavalli come si tengono a bada?

Con un impianto frenante che ha dell’incredibile: i freni marchiati RS presentano dei dischi in acciaio autoventilanti da 375 mm di diametro all’avantreno e da 330 mm al retrotreno. La casa tedesca offre anche la possibilità di montare i freni carboceramici come optional, prevedendo dei dischi da 400 mm di diametro morsi da delle pinze rifinite in grigio, rosso o blu.

Foto di MotorPoint.com_Freni2
Foto di MotorPoint.com – Questi cerchi rendono molto più la sportività dei dischi freno forati. Ben visibile è il logo Audi sulle pinze, dettaglio decisamente racing

Per quanto riguarda l’impianto sospensioni, è disponibile l’assetto sportivo RS plus con l’Audi Dynamic Ride Control (DRC). Il sistema si avvale di molle in acciaio ingegnerizzate apposta per questa RS4, con ammortizzatori regolabili elettricamente su tre diverse tarature.

A che target è indirizzata la nuova Audi RS4 Avant?

Considerato il prezzo base, che ammonta a 94.600 € euro, chiaramente non è un’auto per tutti. A maggior ragione un’altra fetta di clientela viene tagliata fuori dal quantitativo di cavalli enorme, sfruttabile degnamente solo in pista. Rimangono nel target tutti coloro che vogliono un’auto per le lunghe trasferte in famiglia, perché ricordiamo che la RS4, per quanta potenza e sportività possa emanare dalle linee e dal motore, rimane comunque una station wagon.

È l’auto definitiva per coloro che quindi sono costretti ad affrontare lunghi viaggi, come agenti di commercio o rappresentanti di aziende, con la possibilità di caricare tanti bagagli, tanti documenti, materiali informativi o prodotti esemplificativi della propria merce. E che ovviamente non vogliono rinunciare a delle accelerazioni brucianti, ogni qual volta ce ne sia bisogno!

Foto di Motor1.com_Target e chiusura
Foto di Motor1.com

Qualunque sia il mestiere che facciate, resta sempre un’auto bellissima da ammirare dal vivo, e noi non vediamo l’ora di provarla. Voi cosa ne pensate?

Seguici anche su Instagram

Porsche Cayenne GTS – La via di mezzo che piace

Emanuele Gorgone

Diplomato in elettronica, ho seguito diversi corsi di formazione negli ambiti più disparati. Audiofilo e bassista, posso parlarti per ore di meccanica applicata ad auto e motoveicoli. A fine 2018 approdo al mondo del giornalismo. Sono CEO e Content Creator del progetto PassionEndotermica e collaboro da giugno 2020 con F1InGenerale.