Nuova Ferrari Roma – Da Portofino alla Capitale

Figlia della Portofino, cugina alla lontana della California e discendente diretta delle gloriose 250 GT Berlinetta e 250 Lusso del dopoguerra, la nuova Ferrari Roma è l’ultima nata dalla casa di Maranello.

Ferrari Roma - Tre quarti frontale
La Ferrari Roma è stata presentata nel cortile del Quirinale. Progettata dal Centro Stile Ferrari sotto la direzione di Flavio Manzoni, ha un’impostazione della carrozzeria da gran turismo coupé a due posti.

Pur essendo marchiata col cavallino rampante, la Ferrari Roma non disdegna la guida di tutti i giorni.

Il baule è infatti da ben 272 litri, che sale a 345 litri ripiegando gli strapuntini posteriori. Esteticamente il frontale si ispira alla Ferrari Monza SP, con luci al laser presenti per la prima volta su una rossa modenese. Al posteriore ci sono delle inedite luci a led rettangolari che rompono la tradizione e tagliano orizzontalmente il retrotreno, schiacciando la vettura ancor di più a terra.

 

Ferrari Roma - Vista laterale
In colorazione Rosso Scuderia, la Ferrari Roma è ancora più lussuosa e sportiva

 

Lunga 4,65 metri, alta 130 cm e larga poco meno di 2 metri, la Ferrari Roma ha le fiancate estremamente pulite e dotate di maniglie a scomparsa. L’assenza di sfoghi d’aria aggiuntivi e degli scudetti del Cavallino sulle fiancate sono scelte volte a replicare l’aspetto minimalista dei modelli anni 50.

Ha anche l’alettone mobile…

Il posteriore della Ferrari Roma è più grintoso rispetto alla parte anteriore, con un attento studio aerodinamico, cui frutto è l’ala mobile integrata al lunotto che fuoriesce automaticamente alle alte velocità. Questo può assumere tre inclinazioni in modo da favorire la scorrevolezza o generare fino a 95 kg di carico aerodinamico. Questo nuovo sistema migliora la precisione di guida alle alte velocità. Nelle frenate più intense, lo spoiler funge da aerofreno: si inclina per opporre resistenza all’aria e aiutare così la Ferrari Roma a rallentare più rapidamente.

Ferrari Roma - Il retro
La visione (paradisiaca) del posteriore della Ferrari Roma

Non troverete mai una Roma uguale ad un’altra, ma di base troviamo sempre 3 display. Il primo funge da cruscotto da 16″, un secondo da 8,4″ Full-HD nella console centrale per il sistema infotainment e la climatizzazione, e un terzo orizzontale posto davanti al passeggero da 8,8″. Quest’ultimo riproduce velocità, giri del motore, le informazioni della navigazione satellitare e anche la musica: osservandolo lo schermo, si ha l’impressione di essere il copilota.

Ferrari Roma - Gli interni
Gli interni di una Ferrari Roma si presentano così, con il doppio schermo per il pilota e quello singolo davanti al posto del passeggero.

 

Spettacolari i comandi (con levette) della trasmissione, la cui grafica ricorda la rastrelliera ad “H” dei vecchi cambi manuali. Moderno anche il volante con i tasti multi-touch, con l’eccezione del Manettino fisico per scegliete la modalità di guida tra Wet, Comfort, Sport, Race ed ESC-Off.

 

Ferrari Roma - Interni 2
Da qui si nota una visione globale degli interni. Al centro del tunnel c’è lo spazio per posizionare la chiave elettronica.

La Ferrari Roma è basata sullo stesso telaio della Portofino, opportunamente evoluto e migliorato. Il motore è davanti, ma è stato arretrato il più possibile per cercare di centralizzare i pesi e migliorare le doti di guida. Il cambio, il doppia frizione a 8 marce della Ferrari SF – 90 Stradale, permette di risparmiare 6 kg rispetto alla Portofino. Il rapporto peso potenza si ferma a “soli” 2,37 kg/CV, che è un risultato ottimo.

Motore collaudato e ottimizzato

Il motore è il possente V8 biturbo Ferrari della famiglia F154 da 3855 cm³ (stessa serie dei motori montati sulla Maserati Quattroporte e sulla Ferrari 488 GTB). Il propulsore è disposto longitudinalmente in posizione anteriore-centrale, e fornisce una potenza di 620 CV erogati tra i 5.750 e 7.500 giri/min. La coppia massima è di 760 Nm, disponibile tra i 3000 e 5750 giri/min. Parlando di numeri e dati, la Ferrari Roma accelera da 0 a 100 km/h in 3,4 secondi, con uno 0 a 200 km/h coperto in 9,3 secondi e può raggiungere una velocità di punta pari a 320 km/h.

Ferrari Roma - Motore
Il potente propulsore V8 da 3 litri che spinge la Roma, membro della famiglia Ferrari 154, è lo stesso montato sulla Maserati Quattroporte GTS del 2013

 

Nel pacchetto tecnologico della Ferrari Roma, per offrire ai clienti un piacere di guida all’altezza delle aspettative, i tecnici di Maranello hanno inserito tantissimi aiuti elettronici. Partendo dall’ormai sempre presente Adaptive Cruise Control, il Side Slip Control, la frenata d’emergenza automatica, l’avviso e aiuto per il cambio di corsia. Presenti anche i gruppi ottici Matrix Led con gestione automatica dell’intensità, dell’ampiezza e della direzione del fascio di luce.

 

Ferrari Roma - Le Chiavi
Tocco di classe, la chiave elettronica della Roma…

Tinte nuove

Di allestimenti per la nuova Ferrari Roma ne è disponibile soltanto uno, ma le personalizzazioni sono milioni. Partendo dagli esterni è possibile scegliere tra dozzine di colori che vanno dai classici Giallo Modena o Rosso Scuderia. Presenti anche le diverse tinte metallizzate come l’Azzurro California o le bellissime Bianco Cervino e il Blu Roma.

 

Ferrari Roma - Chiusura
La Ferrari Roma, in vendita da inizio anno, parte da 200.000€

 

Passando alla scelta degli interni, la nuova coupé di Maranello offe abbinamenti tra pelle, alcantara e cuciture a vista. Come previsto dalle stime, il prezzo è di circa 200.000 euro. Chi la ordina deve mettere in conto un lungo tempo d’attesa prima di riceverla. Però ehi, ne vale la pena!

 

Emanuele Gorgone

Diplomato in elettronica, ho seguito diversi corsi di formazione negli ambiti più disparati. Audiofilo e bassista, posso parlarti per ore di meccanica applicata ad auto e motoveicoli. A fine 2018 approdo al mondo del giornalismo. Sono Manager del progetto/band The Rays e collaboro da giugno 2020 con F1InGenerale, scrivendo gli articoli della sezione Automotive.