24 Ore Le Mans | Oreca e Red Bull insieme per lo sviluppo delle vetture a idrogeno nel 2024

L’Automobile Club de l’Ouest ha annunciato che ORECA e Red Bull Advanced Technologies uniranno le forze per sviluppare i prototipi che parteciperanno alla classe ad idrogeno che debutterà alla 24 Ore di Le Mans del 2024.

ORECA Red Bull Le Mans 2024

Red Bull Advanced Technologies (RBAT) e ORECA saranno alleate per lo sviluppo di prototipi ad idrogeno che saranno impiegate a partire dalla 24 Ore di Le Mans 2024. Le due aziende si occuperanno dello sviluppo e della fornitura dei telai delle vetture della nuova classe voluta dall’ACO.

Sia ORECA che RBAT hanno grande interesse in questo nuovo programma. Per la prima volta nella loro storia si uniranno per costituire una solida alleanza. ORECA potrà contare sulla sua grande esperienza nell’ambito delle corse endurance, oltre che sul suo ufficio tecnico e la sua capacità di produzione. RBTA sfrutterà la sua conoscenza nel campo della progettazione di auto da corsa. Grazie alla Formula 1 l’azienda ha grande esperienza in termini di aerodinamica e dinamica del veicolo.


ORECA e RBAT si uniscono a Plastic Omnium, che è stato scelto come unico fornitore del serbatoio di idrogeno ad alta pressione con cui saranno equipaggiate tutte le vetture.

Le dichiarazioni di Pierre Fillon

Pierre Fillon, presidente dell’Automobile Club de l’Ouest (ACO) ha commentato così: “Questo eccitante annuncio conferma l’interesse attorno al progetto Mission H24 e offre un futuro a zero emissioni per il motorsport e i prototipi ad idrogeno. Sono grato ad ORECA, da anni impegnata a Le Mans, e Red Bull Advanced Technologies, una azienda di successo nel motorsport.”

“ACO beneficerà di un accordo duraturo che garantirà grandi performance ai veicoli ad idrogeno alla 24 Ore di Le Mans 2024. La partnership conferma che ACO ha preso la giusta decisione per il futuro del motorsport e sottolinea l’interesse per le corse a zero emissioni per salvaguardare le future generazioni.”

“Siamo entusiasti di accogliere ORECA, RBTA e Plastic Omnium, che produrrà il serbatoio per l’idrogeno. Queste aziende hanno grande importanza nell’ambiente automotive. Porteranno ancora maggiore interesse da parte dei costruttori di auto, specialmente quelli che contribuiscono già al nostro gruppo di lavoro sull’idrogeno. Viviamo in tempi difficili ma l’ACO ha tracciato la rotta verso un futuro a zero emissioni per le corse e la mobilità.”

Le dichiarazioni di Christian Horner e Hugues de Chaunac

Christian Horner, CEO di Red Bull Advanced Technologies ha commentato: “Sono fiero che RBAT sia stata scelta dall’ACO insieme al nostro partner ORECA per sviluppare il progetto di una vettura con propulsione ad idrogeno per Le Mans. RBAT ha l’esperienza per accettare la sfida proposta dall’ ACO, avendo avuto successo nello sviluppo di vetture per la Formula 1. La classe a idrogeno prevista per Le Mans lascia intravedere un futuro sostenibile per il motorsport e promette di incrementare l’utilizzo dell’idrogeno sulle strade di tutti i giorni.”

Anche Hugues de Chaunac, presidente del gruppo ORECA ha parlato del nuovo accordo: “Siamo fieri che l’Automobile Club de l’Ouest abbia scelto ORECA per lavorare al fianco di RBAT su questo progetto ambizioso. Siamo felici di lavorare anche con Plastic Omnium e Green GT. La collaborazione è vitale per il successo di questo progetto; una classe di vetture ad idrogeno per la 24 Ore di Le Mans 2024. ORECA ama le sfide e potrà mostrare le sue capacità in questa impresa avvincente. Con le nuove classi LMH e le LMDh, le corse endurance stanno entrando in una nuova straordinaria era.”

Rimani aggiornato su tutte le notizie dal mondo Endurance e GT seguendoci sul canale Telegram dedicato.

WEC | 1000 miglia di Sebring cancellata, 8 ore di Portimao in calendario