Formula 1WEC

Perché Mick Schumacher ha scartato Indycar e Superformula per il 2024

Nel 2024 Mick Schumacher sarà impegnato con Alpine nel WEC, rivelando le ragioni che hanno spinto lui e la Mercedes a scartare campionati come Indycar e Superformula.

Per la prima volta nella storia della Formula 1 non ci sono novità nelle line-up piloti rispetto alle formazioni che hanno concluso la stagione precedente. Con appena 20 sedili a disposizione, per i giovani emergenti o in cerca di una seconda chance la strada è decisamente in salita. È il caso di un pilota come Mick Schumacher che per mantenersi attivo nel 2024 affiancherà al ruolo di terzo pilota l’impegno nel WEC con Alpine, preferendo l’Endurance a Indycar e Superformula.

F1 Schumacher WEC Vettel
@SchumacherMick on X

Il tedesco è entrato in F1 nel 2021 con la Haas da campione della Formula 2. Dopo una stagione di apprendistato con il team che navigava nelle retrovie, il 2022 ha visto un miglioramento della squadra americana. Tuttavia, le prestazioni di Schumacher, macchiate da alcuni incidenti e lontane da Magnussen nel rendimento, non hanno soddisfatto Gene Haas e Gunther Steiner che hanno quindi deciso di appiedare l’ex FDA.

Schumacher è così diventato pilota di riserva della Mercedes e della McLaren, assistendo alle gare al fianco di Toto Wolff e partecipando ai test Pirelli. Nel 2024 Schumacher tornerà alle competizioni con Alpine nel Mondiale Endurance. Una scelta ragionata per mantenere l’incarico in Mercedes e tenere aperto uno spiraglio per la Formula 1.


Leggi anche: F1 | Mick Schumacher, il rimpianto di aver scelto Haas: “In Red Bull sarebbe stato capito e aiutato”


Lo stesso Schumacher ha svelato i motivi che hanno spinto lui e la Mercedes a puntare sul WEC e non le altre categorie valutate come Indycar e Superformula.

“Per Mercedes è molto importante che io torni sulla griglia di partenza per mantenere il ritmo di gara. Ad essere onesti si guardano sempre tutte le alternative disponibili, quali sono le opzioni; in un certo senso si prova a fare una lista di pro e contro.” ha detto Schumacher.

“Personalmente, il WEC è stato quello con il minor numero di contro e il maggiore di pro e alla fine è stato abbastanza facile per me decidere che era la sfida che volevo accettare. Ho considerato l’idea di andare in Giappone e anche di andare oltreoceano [in IndyCar], ma il fatto è che, andando lì, ci sono poche possibilità di fare un doppio programma [includendo la F1].” ha spiegato l’ex Haas.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter