Pininfarina Battista, la hypercar da 1900 cv conclude i test in pista

Pininfarina Battista, 1900 cv di pura emozione: la vettura italiana più potente mai creata nella storia, sta concludendo i test in pista prima dell’arrivo nel 2022

Pininfarina Battista

La Pininfarina Battista è giunta alla conclusione dei test necessari per lo sviluppo della vettura prima delle consegne previste per l’anno prossimo. Alla guida di questa Hypercar di serie, c’era Nick Heidfeld ex pilota di Formula 1 e Formula E.

“È stato un vero privilegio avere un ruolo nello sviluppo di Battista, che rappresenta un’evoluzione significativa nel mondo delle auto hyper e di lusso. Dalla prima volta che ho sperimentato le prestazioni di Battista nel 2019 in un simulatore avanzato, fino ad oggi su strada e in pista, credo che il team di Automobili Pininfarina abbia sviluppato con successo una hyper GT unica che è davvero divertente, oltre che incredibilmente veloce.”  Ha dichiarato il Pilota tedesco.

Sanno vendute solo 150 esemplari  a un prezzo di 1,98 milioni di euro. Costo a parte, non è un’auto da tutti i giorni, l ‘ accelerazione da 0 a 100 km/h avviene in meno di 2 secondi; ed in meno di 12 secondi riesce a passare da 0 a 200 km/h. Una vettura superdotata! Grazie ad un accordo con Rimac, saranno fornite la parte elettronica e il telaio di base proprio dalla casa croata, esperta nella produzione di vetture elettriche ad alte prestazioni. Sulla base di queste, e grazie al lavoro dell’ing. Paolo Dellachà (Chief Producer & Engineer Officier) è stato dato alla Battista uno spirito unico nel suo genere. Quattro motori elettrici da 1400 Kw e una batteria da 120 kWh la rendono una vettura talmente unica quanto spaventosa leggendo questi numeri.

Dalla Calma alla Furiosa: il brivido dei quattro motori

Le quattro modalità di guida rendono questo bolide adattabile a varie situazioni e mitigabile in base al desiderio di spremere questa vettura e di provare il brivido della velocità. Ogni modalità le da un carattere diverso, tutte accomunate dall’agilità e l’immediatezza che caratterizza la Battista.  Le quattro modalità sono: Calma, Pura, Energica e Furiosa.

Per gli animi più tranquilli si hanno 300 kW con circa 400 CV e 1.180 Nm di coppia.  Le due modalità mediane sono la Pura con i 745 kW (1.015 CV e 1.416 Nm) e l’energica con i 1.000 kW (1.350 CV e 1888 Nm). Per incollarsi al sedile è prevista la modalità Furiosa: i vostri battiti accelereranno insieme ai 1960 cv complessivi e 2360 Nm. La Furiosa spreme tutta la potenza dei 4 motori elettrici: uno per ruota, da 250 kW e 280 Nm per ciascun motore anteriore, e 450 kW e 900 Nm per ciascun motore posteriore.

Le impressioni alla guida di questa vettura

“Il comportamento su strade aperte, anche su superfici imprevedibili, ha dimostrato che Battista è meravigliosamente equilibrata. Proprio come dovrebbe sentirsi una hyper GT. La prestazione in pista di Battista mi aveva già sorpreso e impressionato dopo averla vissuta a Nardò all’inizio di quest’anno, quindi le mie aspettative in questa occasione erano alte. Questo test ha però confermato che il team ha raggiunto il suo obiettivo di creare un nuovo tipo di hyper GT che sia gratificante su tutte le superfici. La qualità di guida e lo smorzamento sono entrambi eccellenti e lo sterzo è naturale e si adatta perfettamente a ciò che vogliamo ottenere con Battista. Sono molto sensibile alla sensazione di sterzata come pilota da corsa, e il punto debole qui è che sia leggero ma connesso, diretto ma fluido”

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Raffaella Pappa

Studentessa di Giurisprudenza presso LUISS Guido Carli, amante dei motori e responsabile della redazione Automotive di F1ingenerale