Porsche 911 GTS RS Clubsport 25 – aereodinamica per onorare Manthey!

Manthey non è solo uno dei più importanti tuner tedeschi. La società detiene il 51% delle quote Porsche e da 25 anni collabora per realizzare esemplari unici come la Porsche 911 GTS RS Clubsport.

Porsche 911 GTS RS Clubsport 25

La Porsche 911 GTS RS Clubsport si basa sulla Manthey 911 GT3 R, versione da pista della 911 GT2 RS e vincitrice della 24h del Nurburgring nel 2018. La potenza della Porsche 911 GTS RS Clubsport è la stessa della 911 di serie. Il motore è un sei cilindri che eroga 700 CV sulle soli ruote posteriori. In accoppiato troviamo il cambio automatico PDK di casa Porsche.

Porsche 911 GTS RS Clubsport 25

Aereodinamica

Questa versione della Porsche 911 GT2 RS è riservata solo alla pista. Inevitabile quando si ha un pacchetto estetico di questo tipo. Oltre ad esaltare le forme della 911, Manthey ha donato ancora una volta una performance ineguagliabile alla vettura tedesca. All’anteriore quattro prese d’aria: due sul paraurti e due sul cofano. Quelle in basso contribuiscono al raffreddamento dell’impianto frenante, le due sul cofano creano un effetto aereodinamico paragonabile all’ S-Duct che Ferrari utilizza sulle sue vetture di serie. Troviamo poi un grande splitter anteriore fisso, che abbraccia tutto l’anteriore e spinge l’aria verso la zona laterale della vettura. Qui lo splitter termina con una sporgenza, migliorando l’efficienza aereodinamica delle ruote e indirizzando l’aria fredda verso le bocche poste sulla fiancata. All’interno l’aria raffredda gli intercooler e la zona del vano motore.

LEGGI ANCHE: Porsche 911 GTS 2021 – l’auto perfetta per i puristi della guida!

Il posteriore della vettura è incassato. Messi da parte i designer Manthey si è concentrata sulla sola performance. Per evitare zone di generazione di vortici che aumenterebbero resistenza aereodinamica si è deciso di porre il lato b della vettura sotto il prolungamento della coda, sulla quale poggia il grande alettone posteriore. Alettone di tipo “swan neck” è montato sopra le due prese d’aria dalla quale il motore  aspira aria. Il diffusore posteriore è piccolo e centrale con due alette orizzontatili laterali. Un diffusore piccolo grazie alla geometria “incassata” del paraurti posteriore. Meno vortici ci sono meno il diffusore deve lavorare.  Centrali e doppi i codini di scarico.

Porsche 911 GTS RS Clubsport 25

Un concentrato di performance accessibile solo a 30 fortunati che potranno portarla a casa con un prezzo base superiore ai 500mila euro. Manthey non ha rilasciato foto degli interni della vettura che rimangono comunque personalizzabili. Di serie lascia il roll-bar, tutto a vantaggio della sicurezza del pilota.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Giulia GTAm! Vi portiamo a bordo della 038/500. Alzate il volume!!