Red Bull – Horner vuole introdurre una restrizione sulla mappatura da qualifica

Dopo le parole di Helmut Marko, anche Christian Horner ha voluto analizzare quanto visto nelle Qualifiche del primo Gran Premio stagionale. F1 party mode

Christian Horner Qualifiche GP Australia 2018 f1 party mode mappatura motore
Christian Horner Qualifiche GP Australia 2018 – Foto Red Bull Content Pool

Christian Horner, team principal Red;Bull, ha chiesto che le mappature del motore in qualifica siano inserite anch’esse nel parc ferme. Come sappiamo, il ‘parco;chiuso’ è la regola che non permette modifiche alla monoposto tra le qualifiche e la gara, se non piccole modifiche che non incidono sul set-up.

Tra la Q2 e la Q3 del GP di Australia, Hamilton ha avuto un grosso miglioramento di circa 8 decimi, miglioramento che a detta di Horner è dovuto al motore della Mercedes.

Mercedes che in questi anni è quasi sempre stata la più veloce in qualifica, grazie anche alla spinta in più che ha nelle Q3, tramite questa mappatura che ha affinato e migliorato col tempo.



Horner quindi non ci sta e chiede che le mappature usate in qualifica siano le stesse usate in gara:;“Come abbiamo il regolamento del parco chiuso appena la vettura lascia il garage nelle qualifiche,;ci dovrebbe essere una regola simile anche per le mappature del motore.

Lewis ottiene un grosso miglioramento del tempo tra la Q2 e Q3, proprio perché è li che spinge il motore al massimo. Se guardiamo le velocità massime del sabato, i motorizzati Renault sono tutti molto vicini nonostante i differenti set-up, ed è qui dove dobbiamo migliorare. Abbiamo delle cose in serbo con la Renault, è una cosa su cui stiamo spingendo molto.”

Velocità di punta Qualifiche GP Australia 2018 – Foto FIA
mm

Armando Selimi

Grandissimo appassionato di F1, coltivo questa passione sin da piccolo. La velocità è la mia passione!