A TCFormula 1

F1 | Red Bull, 860 punti che costano carissimi: le entry fee per la stagione 2024

Avendo totalizzato l’incredibile record di 860 punti nella stagione 2023, Red Bull sarà costretta a sborsare una entry fee pari a più del doppio rispetto a Mercedes e Ferrari per partecipare al campionato 2024.

Archiviata la stagione 2023, le scuderie iniziano già a proiettarsi sul prossimo campionato, che vedrà ancora una volta Red Bull partire con i favori del pronostico. La scuderia di Milton Keynes, grazie alle 19 vittorie di Max Verstappen e le 2 di Sergio Perez, ha totalizzato la bellezza di 860 punti, mettendo in ghiaccio il mondo costruttori con largo anticipo. Tuttavia, aver conquistato così tanti punti farà piangere le casse della scuderia in ottica 2024.

Red Bull entry fee 2024
Le entry fee per la stagione 2024: Red Bull paga a caro prezzo il record di punti © F1

Le entry fee per la stagione 2024: Red Bull paga a caro prezzo il record di punti

Per poter iscriversi alla stagione successiva, ogni scuderia è obbligata a versare una quota fissa, che ammonta a circa $657.837 per la quota base, più $6575 dollari per ogni punto conquistato, ad eccezione del campione costruttori, che è tenuto invece a sborsare $7893 per punto. Oltre a ciò, si aggiunge un aumento del 6.5% rispetto al 2022 a causa dell’inflazione, che contribuisce ad aumentare la cifra totale.

Mettendo insieme il tutto, vien fuori che Red Bull dovrà sborsare circa $7,445,817, circa il 12% in più rispetto al 2022, entro il 10 Dicembre per iscriversi al prossimo campionato. Cifre stratosferiche, considerando che la seconda e terza classificata, ovvero Mercedes e Ferrari, dovranno sborsare rispettivamente ”solo” $3,347,012 e  $3,327,287. 

“È un problema di lusso, perché abbiamo dovuto ottenere i punti per generare la fattura”, ha ironizzato Christian Horner, appresa la cifra che Red Bull dovrà pagare per iscriversi nel 2024. “Per fortuna non rientra nel budget cap. Ma, sì, è un grosso assegno da staccare alla FIA”.


Leggi anche: F1 | Perché Ferrari non ha montato le soft a Sainz nell’ultimo stint del GP di Abu Dhabi


“Vincere 21 gare su 22 è incredibile. Max ha guidato da leader più di 1.000 giri, ha vinto 19 gare, ha battuto il record della McLaren dell’88, ha battuto il record di Vettel del 2013, le percentuali di vittoria e tutte le percentuali che ha raggiunto. Questa vettura passerà alla storia, sicuramente per un periodo di tempo considerevole, come la vettura di maggior successo nella storia della Formula 1″.

Tra le altre squadre che dovranno sborsare molto di più rispetto allo scorso anno, troviamo McLaren e sopratutto Aston Martin. La scuderia di Woking pagherà circa $1.3 milioni in più, mentre la scuderia di Silverstone pagherà oltre $2.1 milioni in più, con un aumento del 144%.

La entry fee completa per il 2024

  1. Red Bull: $7,445,817 [860 punti]
  2. Mercedes: $3,347,012 [409 punti]
  3. Ferrari: $3,327,287 [406 punti]
  4. McLaren: $2,643,487 [302 punti]
  5. Aston Martin: $2,498,837 [280 punti]
  6. Alpine: $1,446,837 [120 punti]
  7. Williams: $841,937 [28 punti]
  8. AlphaTauri: $822,212 [25 punti]
  9. Alfa Romeo: $763,037 [16 punti]
  10. Haas: $736,737 [12 punti]

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter