Rosberg: “Hamilton perde lucidità quando qualcosa gli va storto”

Con il secondo posto in Australia e due quarti posti fra Bahrein e Cina, Hamilton si ritrova ad analizzare il suo deludente inizio di stagione. Dopo il fine settimana di Shanghai, ha parlato di lui un suo ex compagno di squadra che è stato anche l’ultimo a togliergli lo scettro di campione del mondo. Rosberg Hamilton

Rosberg Hamilton

Infatti, a parlare del pilota britannico è stato ancora una volta Nico Rosberg, il quale ha esplicitato come sia fondamentale per il campione in carica che tutto vada nel migliore dei modi: “Lewis perde lucidità quando gli eventi non vanno perfettamente. Si è ritrovato a combattere e non sapeva il perché, così ha iniziato a perdere acume, ma non solo: in qualche momento ha perso anche un tocco di motivazione.”

Ma Rosberg si è riferito anche a Vettel, rimproverandogli di non aver vinto la gara in Cina e ammonendolo sulle future prestazioni di Hamilton:;Queste sono gare dove un avversario nel campionato deve assolutamente massimizzare, perché Lewis riapparirà sicuramente e quando succederà lo;farà in maniera devastante, tornando a essere imbattibile.

Infine, Rosberg ha speso qualche parola anche per Verstappen, sottolineando come sia necessario che contenga la propria aggressività e la propria percezione del rischio:;Max è uno dei maggiori talenti e avrà un futuro magnifico, ma guidando in quel modo non diventerà campione del mondo, perché compie troppi errori. Cinque errori in tre gare: è davvero troppo!”

Le parole di Nico Rosberg ci suggeriscono che se la Mercedes al momento è ancora inferiore alla Ferrari, per;Hamilton potrebbe diventare molto difficile competere con Vettel, ma anche con Bottas, per confermare il titolo 2017. Non possiamo far altro che aspettare una settimana per vedere le scuderie sbarcare in Azerbaijan, nel circuito cittadino di Baku, e darsi nuovamente battaglia.


Rosberg: “Hamilton perde lucidità quando qualcosa gli va storto”
Lascia un voto

Andrea Zanolli

Provinciale di nascita, ma cittadino del mondo. Grazie a Dio innamorato di sport, di montagne da scalare e di penne per scrivere.