Rubrica Fellon | Cavallini Rampanti.

La scuderia Ferrari in questo momento sta attraversando uno dei momenti più bui della sua lunghissima storia, tuttavia come in ogni momento difficile c’è una flebile luce nel buio profondo di Maranello: La FDA. L’academy made in Italy che ha già prodotto talenti quali Jules Bianchi e Charles Leclerc dopo l’abbandono del direttore Rivola sembrava destinata a diventare un progetto fallimentare… ma così non è stato. Rubrica Fellon

Incontro con i giovani della FDA – Foto: Ferrari

In molti dopo l’annuncio dell’abbandono del padre della FDA Massimo Rivola erano pronti a scommettere sul fallimento della scuola per giovani piloti. La nuova guida, affidata a Laurent Mekiens direttore tecnico della scuderia e a Marco Matassa ex.ingegnere di pista di Carlos Sainz passato nelle file della scuderia di Maranello, era chiamata a confermare l’ottimo lavoro fatto da Rivola. Il duo ha mantenuto il livello dei giovani piloti altissimo. Basti pensare che il campionato di F2 sembra una sfida interna, con 3 piloti FDA nelle prime 4 posizioni della classifica generale. Ma non solo anche nelle categorie minori i giovani cavallini rampanti sembrano.brillare, con nomi quali Enzo Fittipaldi, Gianluca Petecof, Dino Beganovic, Arthur Leclerc che in maniera diversa stanno vincendo nelle categorie propedeutiche alla F1. Rubrica Fellon

Partita in ritardo rispetto alla Red Bull, l’academy Ferrari in pochi anni (11) sembra non aver nulla da invidiare al programma della scuderia austriaca. Basti pensare che attualmente in F1 ci sono 3 piloti cresciuti nel vivaio Ferrari, senza dimenticare Jules Bianchi primo pilota ad entrare in orbita FDA. Ma non sono passati in Academy solo piloti promossi in F1, ci sono infatti anche ottimi piloti GT quali Bortolotti, Marciello e Fuoco.

Sembra un paradosso oggi parlare di piloti made in Maranello,.dato che la scuderia da quando Michael Schumacher ha lasciato il suo sedile libero ha avuto solo 4 piloti dal 2006 al 2019 anno di arrivo di Charles Leclerc primo talento cresciuto in casa e messo alla guida della Ferrari. Ora La scuderia che vessa in condizioni al limite dello strazio ha come punto di forza un vivaio di tutto rispetto,.con almeno 2 possibili promozioni dalla F2 e ottime prospettive per il futuro.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

F1inPodcast Dopo GP | Ferrari: serve Toto Wolff per uscire dalla tempesta? Hamilton vince e onora Black Panther.

Paolo Mellone

Studente di lettere moderne appassionato di F1 ,dei grandi classici della letteratura e NERD incallito.