Rubrica Fellon | F1 lo sport che una volta era Nazionale.

Tutti siamo cresciuti con la voce del mitico Gianfranco Mazzoni, con i “motogeneratori cinetici” dell’ingegner Bruno e i segreti da pilota di Ivan Capelli. E come poter dimenticare le molestie del magico Ettore Giovanelli, un uomo una garanzia d’intervista, per non parlare della afrodisiaca Stella Bruno. C’è poco da fare, nel ricordarli ci scende la lacrimuccia. Un po’ perché riaffiora il ricordo di quelle partenze da cuore in gola, con la grinta e la passione smisurata che solo Mazzoni allo spegnersi dei semafori sapeva trasmettere. F1 Rai

F1 Rai
Fonte: motor box

Senza dubbio, potremmo parlare per ore della vecchia guardia (Mazzoni, Capelli, Bruno) contro la nuova (Valsecchi, Genè, Vanzini) ma non è questo l’argomento, bensì che questo non è più il nostro sport nazionale, quello che teneva attaccati allo schermo milioni di italiani, INCANTATI da duelli di un certo calibro(Schumacher/Hakkinen, Senna/Prost, Lauda/Hunt) e da auto che erano tori scatenati, una volta che il pilota vi saliva a bordo ,erano indomabili senza regole e velocissime. Cos’è successo a quello sport che ci ha fatto sognare? Quello che ad ora di pranzo ci vedeva con la testa nello schermo e il cuore in gola. È successo che l’emittente pubblico la Rai ha deciso di allontanarsi piano piano a quello sport che ha unito per tanti anni gli italiani.

Credits Rigato Ghidini

Il sodalizio storico tra F1 e Rai si è interrotto quest’anno nel 2018, infatti la Rai ha rinunciato ai diritti della F1 per prendere quelli delle Olimpiadi invernali di Corea. Non penso ci sia qualcosa da dirvi, cari marrani. La Rai ha scelto di allontanarsi pian piano a quella che è stata per anni uno sport cardine degli Italiani.

Tanto per gettare altra benzina sul fuoco vi dirò solo che nel 2017 la;Rai ha ottenuto nel solo GP d’Italia 6.3 milioni di telespettatori e ancora nel 2018 5.5 con uno share del 39% e del 34%. Il bello è che TV8 sebbene le TROPPE pubblicità sta ottenendo discreti risultati a riprova che lo spirito della F1 in Italia non è morto. I diritti di trasmissione in Italia li ha SKY che con un team, discutibile sotto alcuni aspetti ma, senza dubbio preparato offre un servizio ottimo con pre e post sessione degni di nota.

Risultati immagini per f1 semafori
Fonte: SkySport

Il problema però è che non si può scegliere l’offerta esclusiva della F1,;cosa che avviene al contrario in altri paesi dove Liberty Media ha sviluppato una specie di PayTv per guardare le gare. Il passaggio a Sky è stato senza dubbio un salto di qualità, ma quanto ci manca la RAI… le sue gufate e il clima che si creava in casa, quando ci si ritrovava tutti a guardare il Gran Premio… eravamo li a guardare grandi campioni darsele di santa ragione, mentre magari nostro padre;o noi stessi ci addormentavamo, eravamo li tutti a tifare Rosso, a tifare Italia e a guardare gratis uno sport bellissimo.

F1| Audience GP USA: La diretta premia TV8, crolla Sky

Rubrica Fellon | F1 lo sport che una volta era Nazionale.
Lascia un voto

Paolo Mellone

Studente di lettere moderne appassionato di F1 ,dei grandi classici della letteratura e NERD incallito.