Rubrica Fellon | Il Demone rosso che si nutriva di sogni.

Manca poco alla fine della stagione di Formula 1 2018. Una stagione senza dubbio emozionante e senza dubbio combattuta, che però ormai vede avvicinarsi il verdetto finale. Mondiale Ferrari

Anche quest’anno la Ferrari si è mostrata competitiva e vincente per poi perdersi… e non è la prima volta, basti pensare che negli ultimi 3 anni è sempre arrivata seconda.

La squadra ce la mette tutta… per rovinare le speranze dei tifosi. Ogni anno alla presentazione della monoposto la squadra si presenta con una macchina competitiva e in grado di illudere i tifosi di vincere un titolo mondiale che ormai manca da 10 e 11 anni (costruttori e piloti).

Mondiale Ferrari
Foto Ferrari

A ciclo continuo vengono presentati piloti dal grande passato e dalle grandi potenzialità. Prima Alonso nel 2010 che ha portato sul podio una macchina degna dei rappresentanti della Folletto e poi Vettel nel 2015 che fino ad ora si è dimostrato nettamente inferiore alla sua nemesi Lewis.

Il demone rosso ha già deciso con chi illudere i propri tifosi per il futuro, Charles Leclerc. Ragazzo prodigio dal passato difficile che in pista diventa un mostro. Non bastasse il pilota dalle buone speranze la Ferrari schiera anche monoposto parecchio ammalianti, per fare esempi recenti SF70H/SF71H? Macchine che nella prima metà del campionato lo avevano già consegnato nelle mani dei tifosi in rosso, per poi farli sprofondare in un buco nero a metà stagione, o se preferite la monoposto chiamata a celebrare il 150° anno dall’unità d’Italia con una sola vittoria in diciannove GP?

Fonte: wikipedia

C’è poco da fare, negli ultimi anni la Scuderia Ferrari si è divertita a giocare con i sentimenti e le speranze dei tifosi,;illusi di lottare per la vittoria di un mondiale al quale la squadra del cavallino rampante non è mai stata in grado di meritare.

Il 2018 sembrava l’anno del cambiamento, la nuova monoposto,;lo sviluppo sproporzionato della power unit… ma poi si è persa per mano del finto Kaiser, per la scomparsa della sua guida:;l’uomo col maglione Marchionne. Sembra rivedere la storia della maga Circe in quella dei tifosi della Ferrari vittime dell’amore Funesto per la Rossa,;che prima li ammalia e poi li trasforma in bestie.

Non tutto è perduto, un nuovo cambio è previsto nella scuderia, si avvia verso la fine il ciclo di Vettel e probabilmente anche di Arrivabene (voci insistenti lo vorrebbero alla Juventus), prende forma la Ferrari di Leclerc e Binotto… ora sta ai tifosi se innamorarsi ancora o;strappare il velo di finzione e guardare in faccia la realtà. Si sa… per innamorarsi basta un’ora… quella della presentazione.

I punti di distanza dalle Mercedes aumentano e la velocità diminuisce. Come mai?

Rubrica Fellon | Il Demone rosso che si nutriva di sogni.
Lascia un voto

Paolo Mellone

Studente di lettere moderne appassionato di F1 ,dei grandi classici della letteratura e NERD incallito.