Rubrica Fellon | Il grande fallimento targato Mercedes

La squadra campione del mondo in carica di Formula 1 ha difficilmente sbagliato qualche progetto o qualche investimento, tuttavia il lavoro di Mercedes rimane macchiato sotto un aspetto in cui rimane molto indietro rispetto ai suoi diretti concorrenti:.l’Academy per giovani piloti. Mentre Ferrari e Red Bull possono vantare un pilota di punta cresciuto nella propria Academy,.la scuderia anglo-tedesca non ha ancora puntato su uno dei suoi giovani eppure le occasioni non sono mancate, in questo appuntamento della Rubrica Fellon andiamo ad analizzare la situazione nel Junior team Mercedes:

Sono giorni, forse mesi in cui si parla di un possibile approdo in Mercedes di George Russell al posto dell’ormai sul patibolo Valtteri Bottas. Il giovane inglese è alla sua terza stagione in F1 e ha dimostrato in più occasioni di saper reggere la pressione e le difficoltà. Sono infatti due anni che in Williams viene considerato la punta di diamante della squadra, sebbene i risultati continuino a tardare, esclusa qualche apparizione in Q3 il giovane pilota è ancora a secco di punti con la Williams. Dal canto suo Mercedes ha bisogno di un ricambio generazionale, Lewis non è più giovanissimo e per quanto ancora difficile da battere, difficilmente potrà continuare a questo livello per altri dieci anni. Rubrica Fellon

Valtteri si è dimostrato fondamentale in più occasioni per la squadra campione del mondo,.tuttavia sembra aver plafonato le sue prestazioni che dal 2018 sono sempre meno esaltanti. Nello scambio non è da poco l’importanza dell’armonia all’interno del team,.con Valtteri infatti Lewis può contare su un gioco di squadra a suo favore,.con George qualora si confermasse veloce e costante sarebbe molto più difficile chiedere un gioco di squadra.

Quello della scelta del giovane pilota è un tema caldo in Mercedes; già negli anni passati ha scelto di lasciare andare diversi piloti promettenti a causa.di mancanza di sedili e per la filosofia del team volto soprattutto alla stabilità. I nomi più altisonanti sono senza dubbio quelli di Wehrlein  e di Ocon. Il primo dopo aver vinto il titolo nel DTM si è ritrovato in Formula 1 in una Sauber da ultimissima fila, per poi essere scaricato e voltarsi alla carriera elettrica in cui non sta affatto sfigurando. Il secondo Esteban Ocon al contrario ha avuto la fortuna di poter rimanere in Formula 1 dopo essere uscito dall’orbita Mercedes, ottenendo ottimi risultati lontano dalla casa anglo-tedesca e dimostrando una grande costanza celebrata in un podio con la Renault nel 2020. Rubrica Fellon

Il fallimento del progetto potrebbe essere risollevato qualora ad approdare in Mercedes sia Russell. In caso contrario rimarrebbe molto deludente l’iniziativa lanciata da Toto Wolff non avendo prodotto dal 2014 ad oggi nessun pilota titolare per la scuderia madre.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Tutti gli appuntamenti della Rubrica Fellon

F1 | Mercedes lancia Ignite con il supporto di Hamilton

Paolo Mellone

Studente di lettere moderne appassionato di F1 ,dei grandi classici della letteratura e NERD incallito.