Rubrica Fellon | La F1 è anche questione di stile

Il campionato mondiale 2018 di F1 ha dato il quinto titolo mondiale a Hamilton e il quinto titolo consecutivo alle frecce d’argento. Ma ha anche mostrato il vero stile Mercedes.

Il 2018 ha costretto la squadra di Brackley a ricorrere ai vecchi stratagemmi targati Todt/Brawn: gli ordini di scuderia che lo stesso Lewis aveva etichettato come qualcosa di orribile e di ingiusto (attuati dalla Ferrari). Però Hamilton dopo che il compagno di squadra gli ha regalato una vittoria in Russia ha dichiarato che non avrebbe restituito il favore. Non proprio l’ideale per la figura dell’uomo di mondo gentile e attento ai problemi ambientali e dei più sfortunati. Gli abbracci nel retro podio, le dichiarazioni e i bei pensieri di certo non restituiranno al povero Valtteri la vittoria tanto meno saranno di aiuto a digerire la cosa le reazione dell’internet.

fonte: Skysport

Ma gli scivoloni di stile non sono arrivati solo da parte della punta di diamante della squadra di Brackley. Gli stessi dirigenti hanno fatto un errore per molti significativo. Siamo a Silverstone, la Ferrari in questa parte di campionato è la macchina da battere e il suo pilota si sta dimostrando il cannibale del dominio Red Bull. Dopo un dominio durato 5 anni sul circuito inglese la freccia d’argento si vede spodestata e addirittura sente il pilota Ferrari vantarsi via radio:”Qui a casa loro“. Certo non la situazione migliore per una Mercedes in difficoltà. Toto Wolff direttore della scuderia campione del mondo riporta le parole dei suoi tecnici:” c’è qualcosa di illegale, hanno usato un trucco”. No caro Toto, no caro James, nessun trucco. Solo lavoro e bravura. La situazione allora per la Mercedes è stata difficile, anche Lewis l’imbattibile dichiarerà che la rossa volava e non riusciva a spiegarsi il perché.

fonte: autosprint

In questa occasione hanno senza dubbio toccato il fondo, è stato davvero brutto per tutto il paddock sentire queste dichiarazioni. Lo stesso team principal della Ferrari Maurizio Arrivabene è corso dai giornalisti per chiedere spiegazione. Ma questi episodi sono significativi, mostrano come la squadra d’argento non sia capace di perdere e di accettare una sconfitta netta,.forse questi ed altri episodi sono i motivi per cui tanto si mette in discussione il dominio anglo-tedesco dell’era ibrida.

Penultimo appuntamento della Rubrica:

Rubrica Fellon | A pensar male del prossimo si fa peccato, ma si indovina


Paolo Mellone

Studente di lettere moderne appassionato di F1 ,dei grandi classici della letteratura e NERD incallito.