Rubrica Fellon | La tuta rossa che tanto pesa

Lewis Hamilton fresco 5 volte campione del mondo ha ultimamente rilasciato un intervista in cui difendeva Sebastian Vettel. Affermando che non è facile guidare una rossa ai giorni nostri. A ragion del vero, per guidare una Ferrari o si è campioni di mentalità o si è Iceman.

Fonte: Ferrari

Non per nulla stiamo parlando della scuderia più titolata e seguita nel Circus, a questa sono infatti riconosciuti “bonus” stagionali per partecipazione e storicità. Molti sono stati i piloti che si sono vestiti di rosso, quasi tutti campioni e se non hanno vinto un campionato son rimasti sempre nel cuore dei tifosi. L’emblema senza dubbio è Schumacher che riportò dopo 5 anni di preparazione il titolo a Maranello. Accompagnato da uomini, non campioni: Irvine, Barrichello. Non solo loro son stati i piloti che hanno corso senza vincere Alesi, Alonso, Fisichella, Villeneuve. Tutti hanno indossato quella tuta che amplifica tutto, il bene e il male, rende vittorie meravigliose e sconfitte atroci. In tanti l’hanno vestita e hanno reso giustizia a questa divisa. Lo stesso Alonso che si è ritrovato in una situazione truce, ma (prima  di lasciare la scuderia) ha sempre onorato la squadra.

Fonte: LAT IMAGE

Vettel per ultimo “il tedesco meridionale” ha sempre amato la sua rossa a partire dai primi anni, ma ora sta accusando il colpo. Ha visto che i tifosi lo amano e lo seguono ma lo hanno anche voluto lapidare dopo Monza. Abbiamo visto il crollo di Vettel sotto la tuta rossa dopo il GP del Messico. Non ha retto la storia e la responsabilità di essere tedesco in una macchina rossa che non vince da anni. Certo il problema non si presenta con Iceman…ma il nome dice tutto. La paura ora è nel guardare al futuro a quel monegasco dalle belle fattezze e dal futuro promettente… Arrivabene, avrà già messo in conto i problemi che deriveranno dai primi errori. Ma la speranza di noi tifosi è solo di aver finalmente un campione per le mani, giovane e forte… Suvvia, mica sono i tifosi a mettere pressione?

Ps. il Fellon si scusa per il ritardo

Rubrica Fellon | F1 lo sport che una volta era Nazionale.

Rubrica Fellon | La tuta rossa che tanto pesa
Lascia un voto

Paolo Mellone

Studente di lettere moderne appassionato di F1 ,dei grandi classici della letteratura e NERD incallito.