Rubrica Fellon | Quello che Sky non ha…

L’immortale De Andrè nel suo capolavoro “Quello che non ho” faceva un elenco di ciò di cui aveva bisogno per vivere meglio: una camicia bianca, un orologio avanti, un segreto in banca. Dopo una critica in pieno stile Fellon alla scelta della Rai di abbandonare il campionato mondiale di F1, proviamo a fare un’analisi del team Sky: Rubrica Fellon

team sky f1

Dal 2018 il colosso inglese, nella sua sezione italiana, decide di comprare i diritti della F1 fino al 2020. Il team composto da Vanzini, Bobbi, Sangiorgio, Masolin, Genè, Villeneuve, Valsecchi e ovviamente tutti coloro che lavorano dietro le quinte svolge un egregio lavoro per tutti gli utenti. Da qualche anno ci sono anche dei “fans” che partecipano in maniera attiva al team, come il nostro amatissimo Federico Albano che con.le sue telemetrie spesso ci ha aiutato e ci aiuterà a capire meglio le situazioni che si avverano nei weekend di gara. Tuttavia ci sono delle grosse pecche in questo team che paradossalmente non erano riscontrabili nel vecchio team Rai. Tra queste spiccano su tutte senza dubbio la telecronaca.a tratti isterica e insopportabile del caro Vanzini, che per quanto una grandissima guida per il team risulta spesso troppo esaltato anche per il tifoso medio. Rubrica Fellon

Per quanto di momenti emozionanti anche lui ne ha regalati ai tifosi, come la vittoria di Charles a Monza o le tante pole di Vettel tiratissime. Tuttavia sulla lunga distanza il Vanz diventa oltremodo stressante per le orecchie dei poveri appassionati. Può piacere ma questo sport non è adatto ad urla e strilli continui. Rubrica Fellon

L'immagine può contenere: 4 persone, persone che sorridono, persone in piedi
Fonte: Facebook Luigi Mazzola

Eccellente senza dubbio da parte del team Sky è il lavoro fatto durante il weekend con analisi, interviste, lavoro in pit e momenti di confronto. Senza dubbio a spuntarla in questi momenti sono Jacques con le sue mega unpopular opinion e Valsecchi con analisi maccheroniche molto apprezzate dagli spettatori. Manca a mio avviso un “piccolo” particolare: un ingegnere. Nel team di commento manca infatti quella figura che al contrario nel team Rai era il super Bruno. Personalmente ho molto apprezzato quando durante la prima settimana di test si è seduto in cabina di commento l’ingegnere Mazzola. Lo storico tecnico del cavallino rampante infatti nel suo.breve intervento ha portato nello stanzino una ventata di “tecnicità” non da poco, tramite una spiegazione precisa ma semplice ha mostrato le possibili evoluzioni del DAS e la sua stessa natura.

Chiariamoci non che Bobbi non fosse stato chiaro, ma capite bene che vi è differenza tra un ingegnere e un pilota. Non solo sul DAS, anche nei commenti sugli onboard l’apporto tecnico di Mazzola aggiungeva un valore importantissimo nell’analisi delle vetture. Dunque Sky ha senza dubbio un grandissimo team nel suo complesso,.quello che non ha è un ingegnere che ci parli del “motogeneratore cinetico legato al turbocompressore“.

Siamo tutti annoiati senza i nostri sport preferiti, ma solo collaborando ANDRÀ TUTTO BENE.
Se non è indispensabile, RESTA A CASA!

 

Tutti gli appuntamenti della Rubrica Fellon: https://f1ingenerale.com/category/rubrica-fellon/

Seguiteci anche sui nostri social: https://m.facebook.com/F1inGeneraleIT/

http://https://f1ingenerale.com/f1-cronaca-live-quarta-giornata-di-test-diretta-pomeriggio/

Paolo Mellone

Studente di lettere moderne appassionato di F1 ,dei grandi classici della letteratura e NERD incallito.