Rubrica Fellon | Un re senza corona e senza scorta

Fresco della pesante delusione in indy, andiamo ad analizzare in questo appuntamento della Rubrica Fellon il percorso del pilota spagnolo che lo sta portando alla tanto agognata tripla corona.

Fernando Alonso vincitore nel 2010 – Foto Getty

Fernando Alonso debutta in kart e vince all’età di sette anni, esordisce nella massima serie nel Gp d’Australia nel 2011 con la Minardi come il terzo pilota,sebbene gli ottimi risultati non riesce a trovare un posto in un’altra scuderia Finché non venne notato da Flavio Briatore, che lo.ingaggia come collaudatore della Benetton per il 2002. Nel 2003 vine premiato dal manager italiano che consegna nelle sue mani il sedile che fu di Button. Rubrica Fellon Alonso

Nella stessa stagione diviene il pilota più giovane ad aver conquistato  una pole nel Gp di Malesia,  ed il pilota più giovane ad aver vinto un Gp, quello di Ungheria. Negli anni successivi continua a guadagnare podi e pole position. Fino al 2005 anno del suo primo titolo mondiale. In squadra non c’è più Trulli ma un altro italiano Fisichella. I campionato in cui la lotta era tra lui e l’affidabilità della.McLaren di Raikkonen, lo spagnolo tra vittorie e podi riesce a vincere il titolo mondiale in Brasile (celebre il suo team radio mentre cantava i queen)segnando oltretutto il record di età per la vittoria di un mondiale. Nel 2006 la storia cambia e Alonso deve difendere il titolo contro Michael Schumacher che con una Ferrari in grande spolvero è pronto a contendergli il titolo. Battaglia vinta per lo spagnolo. Rubrica Fellon Alonso

Foto: Sky

Nel 2007 passa alla McLaren che con una  macchina iper competitiva e due piloti.di grandissimo talento( il compagno di squadra era Lewis Hamilton), iscena una lotta fratricida tra compagni di scuderia tanto da consegnare il titolo a Maranello che in realtà lo avrebbe vinto.comunque (Spy Story). Da quest’anno in poi Alonso si  trasforma in un gatto nero. Ritorna in Renault e c’è lo scandalo di Piquet a muro, va finalmente in Ferrari nel 2010 fino al 2014 e si trova negli anni a guidare carriole e aspirapolveri. Torna in McLaren confidando nella nuova partnership con Honda che per colpa di entrambi si rivela un fallimento, infatti anche col cambio di PU le prestazioni non migliorano. Rubrica Fellon Alonso

AP credits

Si butta allora all’inseguimento della.Tripla corona: titolo non ufficiale che si guadagna il vincitore di un mondiale (o di una edizione del GP di Montecarlo) della 24h di Le Mans e della 500 miglia di Indianapolis. Vince Le Mans dominando con la Toyota nel 2018 e così al pilota spagnolo manca solo la Indy; dove nel 2017 era in testa e pronto a vincerla se la Honda non si fosse vendicata del trattamento che riceveva dallo spagnolo in F1. Quest’anno la qualificazione non è arriata e dunque Fernando sarà costretto ad aspettare un altro anno per la cornorare il suo desidreio. Sicuramente però non si fermerà alla tripla corona, ha già dichiarato di essere interessato a partecipare alla Dakar e forse anche alla Nascar.Rubrica Fellon Alonso

Fernando è sicuramente un personaggio importantissimo per la F1 e il motorsport in generale, ma lo spagnolo a causa del suo carattere non ha molto.seguito oltre i confini nazionali. In Italia il rapporto con la Ferrari si è interrotto.non nel migliore dei modi, in Inghilterra con la McLaren non di meno sebbene vi sia stato un ritorno. Forse è questa la grande pecca di Alonso: l’essere grandissimo, ma senza “scorta”…

Tutti gli appuntamenti della Rubrica Fellon: https://f1ingenerale.com/category/rubrica-fellon/amp/ 

Seguiteci sui nostri Social: https://m.facebook.com/F1inGeneraleIT/

Paolo Mellone

Studente di lettere moderne appassionato di F1 ,dei grandi classici della letteratura e NERD incallito.