SBK | C’era una volta la Superpole.

La Superbike, il campionato mondiale, delle moto derivate dalla serie, negli ultimi anni, è stato caratterizzato da molti cambiamenti regolamentari. Le qualifiche, in particolare, hanno subito modifiche: chiusa l’era della Superpole (un giro secco), la Superbike ha suddiviso le qualifiche in sessioni (ispirandosi alla Formula 1); introducendo dal 2019 la Superpole Race.
SBK
Credit: WorldSBK

La Superpole

Fino al 2008, la griglia di partenza, del campionato mondiale SBK, veniva stabilita attraverso la Superpole.

Sabato pomeriggio, i piloti, scendevano in pista singolarmente, a disposizione un solo tentativo, stabilendo così le posizioni di partenza, per entrambe le manche (Gara 1 e Gara 2) che si disputavano nella giornata di domenica.

Format molto apprezzato dagli appassionati, senza margine di errore per i piloti; copiato dalla Formula 1 nella stagione 2003; la Superbike, ha abbandonato la formula del giro singolo, copiando, a sua volta, la Formula 1: qualifiche divise in sessioni a partire dalla stagione 2009.

Tom Sykes, 49 pole position in SBK,
Enzo Cristofaro.  (Tom Sykes, 49 Pole position in SBK)

Le gare

Dal 2016, Gara 1, che si correva la domenica mattina fino alla stagione precedente, è anticipata al sabato; nella stagione 2017 e 2018, provando a rendere più “movimentate” le gare (in particolare Gara 2), è stata applicata la regola della “griglia invertita”.

In Gara 2, i piloti, non partivano più con le posizioni conquistate in qualifica il sabato: la griglia veniva “invertita” (per i primi 9 piloti).

Il vincitore di Gara 1, era destinato alla casella numero nove in Gara 2; secondo e terzo rispettivamente ottavo e settimo. il 7°, 8° e 9° in Gara 1, rispettivamente 4°, 5°, 6° in Gara 2; il pilota 4° classificato in Gara 1 poteva partire dalla Pole position, a fianco (2° e 3°) il 5°e 6° pilota al traguardo della prima manche.

Superpole Race

La “griglia invertita” è stata messa da parte a partire dalla stagione 2019: introdotta la Superpole Race. Dopo le qualifiche del sabato, si corre gara 1, con le posizioni in griglia stabilite qualche ora prima.

Domenica mattina, con la griglia di partenza, sempre definita dalle qualifiche del sabato, si disputata la Superpole Race: una gara, con giri e punteggi ridotti ed assegnati ai primi 9 (rispettivamente 12,9,7,6,5,4,3,2,1 ), dalla quale, scaturisce la griglia di partenza di gara 2, prevista domenica pomeriggio.

Seguici anche su instagram

F1 | Alla ricerca della Formula…spettacolo