Formula 1Interviste

F1 | Come la stagione di Perez è diventata ancor più estenuante nella pausa invernale

I tanti impegni promozionali nella pausa invernale hanno impedito a Sergio Perez di godersi un po’ di vacanze, dopo una stagione molto complicata per il messicano nonostante il secondo posto nel mondiale

Sergio Perez non vede l’ora di mettersi alle spalle il 2023 e pensare all’annata che verrà, che dovrà necessariamente riscattare una stagione comunque insufficiente, nonostante il secondo posto nel mondiale. Dopo un grande avvio di campionato e la doppia vittoria nel weekend di Baku, infatti, il messicano è entrato in una spirale di risultati negativi che si è protratta fino al GP di casa in Messico, con il ritiro al via a causa di un contatto con Charles Leclerc.

Perez stagione 2023
Perez stremato dalla stagione 2023 e dagli impegni promozionali © F1

Perez stremato dalla stagione 2023 e dagli impegni promozionali

“Non vedo l’ora di prendermi un po’ di tempo libero, ad essere sincero”, ha dichiarato il nativo di Guadalajara al podcast Talking Bull: “È stato un lungo anno. Abbiamo finito l’anno e ci è sembrato che sia diventato più difficile una volta finito. Abbiamo avuto i test, il Giappone e Baku. Quindi siamo stati molto impegnati”.

Parlando invece dei suoi piani su come ha intenzione di trascorrere le vacanze invernali, Checo ha dichiarato: “L’anno scorso sono stato sotto la neve, quindi andrò in un posto un po’ più caldo, in spiaggia in Messico, con la famiglia e gli amici. Giocherò a golf e mi prenderò qualche settimana per staccare la spina e ricaricare le batterie”.

Come affermato in precedenza, il 2023 era iniziato in realtà alla grande, con due vittorie e due secondi posti nelle prime quattro uscite stagionali. Con la vittoria sia nella sprint che nella gara lunga a Baku, Checo aveva addirittura insidiato il compagno di squadra per la leadership del mondiale, tanto da iniziare a parlare di sogno iridato nelle interviste.

Tuttavia, la clamorosa batosta ricevuta nel GP successivo a Miami, in cui Verstappen è riuscito a vincere con distacco partendo dalla nona casella, ha ridimensionato le ambizioni di Perez, che da allora non è più riuscito ad avvicinarsi alle prestazioni dell’olandese. Nonostante ciò, però, il messicano ha concluso la stagione con il miglior risultato della carriera.

Oltre ai risultati negativi, il messicano è stato tempestato di critiche dai media e dallo stesso Helmut Marko per gran parte dell’anno, con la sua permanenza a Milton Keynes nel 2024 messa più volte in discussione nel corso dei mesi.


Leggi anche: F1 | Verstappen, il trofeo 2023 viene usato in modo alquanto bizzarro – FOTO


“Abbiamo iniziato molto bene. Abbiamo avuto alcuni alti e bassi a metà stagione, ma siamo riusciti a ribaltare la situazione e ad ottenere la migliore stagione nella storia della nostra squadra”.

“Penso che sia quello che si meritano tutti a casa perché hanno partorito una macchina straordinaria. Dal Bahrain e dalle prime quattro o cinque gare sapevamo di avere un pacchetto davvero forte”.

Complice anche l’abbandono dello sviluppo sulla RB19, i rivali di Red Bull sono riusciti ad accorciare il gap gara dopo gara, anche se gli austriaci hanno comunque centrato la vittoria in tutte le tappe, ad eccezione di Singapore.

”La concorrenza ha colmato il divario molto rapidamente, più velocemente di quanto pensassi. Sono rimasto sorpreso di quanto siano riusciti a progredire nel corso dell’anno, quindi è diventato tutto più difficile”, conclude Checo.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter