Serie 2 Active Tourer: la monovolume di BMW all’improvviso

BMW Serie 2 Active Tourer: rinnovo in arrivo per la monovolume della casa di Monaco

Serie 2 Active Tourer

Nonostante quello delle Multi-Purpouse Veichle, MPV (o se volete, monovolume), non sia un mercato molto esplorato dalle case automobilistiche, BMW prova a lanciare un restyling per la sua Serie 2 Active Tourer. La precisione tedesca non manca di certo, e questa macchina si colorerà anche un po’ di “green”, con le tecnologie ibride. Scopritela assieme a noi!

Serie 2 Active Tourer: restyling deciso

Oramai abbiamo imparato a conoscerle: in ogni nuovo modello BMW c’è una griglia molto ampia sul frontale. E non poteva non essere così anche per la Serie 2 Active Tourer che, anche con l’aiuto dei nuovi fari full led e del paraurti scolpito, appare più aggressiva. Ed è inevitabile che le dimensioni e la forma di questa vettura rinnovata siano influenzate dalla presenza massiccia di crossover sul mercato. Infatti aumentano le dimensioni: 439 centimetri (3 in più della precedente) di lunghezza, 182 centimetri (2,5 in più) di larghezza e 158 centimetri (2 in più) di altezza. Solamente il passo rimane stabile sui 267 centimetri. E il restyling è anche interno. Nuovissima la plancia, dotata di un pannello vetrato, come su iX e i4, ma senza più comandi fisici. Si possono anche trovare due display integrati al pannello vetrato: uno per la strumentazione da 10,25″, l’altro per l’infotainment leggermente più grande.


Leggi anche: MG Maze: e se il futuro dell’auto fosse in un gioco?


Niente 7 posti, ma più ecologica

Purtroppo per i nostalgici, la nuova Serie 2 non avrà più una versione Gran Tourer, che disponeva di 7 posti. A questa pecca rimedia la configurazione dei sedili e del divanetto posteriore. Infatti hanno una possibilità di scorrimento in avanti o indietro di 13 centimetri, e questo fa guadagnare ben 90 litri al bagagliaio. Bagagliaio che, con l’apertura automatica di serie, può contare su un carico di 470 litri nelle versioni a motore termico, mentre con il motore ibrido la capacità varia tra i 415 e i 406 litri. E come abbiamo appena detto, ci saranno delle versioni green: al momento sono disponibili solo mild-hybrid e plug-in hybrid (se non sapete cosa significa, cliccate qua), ma non si esclude l’introduzione della variante elettrica. E allora a noi non resta che aspettare trepidanti le reazioni del mercato per il revival della monovolume di casa BMW.

 

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

(fonte immagini: Motor1.com)