F1 | Seidl definisce i ruoli in McLaren, Stella promosso a direttore di gara

In vista della prossima stagione, in casa McLaren viene ridefinita la gerarchia manageriale. Nel 2020, Andrea Stella sarà direttore di gara. Stella Direttore di Gara

Stella Direttore di Gara
Lando Norris in McLaren, 2019. Fonte: Autosport

Dopo aver conquistato il quarto posto nella classifica costruttori, la McLaren ha ritrovato la sua competitività e si è confermata inseguitrice dei big.
Il team principal Andreas Seidl;crede che la squadra inglese abbia ottime possibilità di lottare per il titolo e dare filo da torcere a Ferrari, Mercedes e Red Bull nel 2021. Stella Direttore di Gara

Parte degli sforzi di Seidl sono stati indirizzati alla struttura dirigenziale, ridefinendone i ruoli e le responsabilità. Il primo cambiamento ha interessato;Andrea Stella. Da performance director, Stella è stato promosso a direttore di gara. L’italiano;continuerà a svolgere le mansioni precedenti e,;al tempo stesso, supervisionerà le funzioni operative e ingegneristiche durante ogni weekend.

Stella Direttore di Gara
Credits: McLaren

Stella lavorerà a stretto contatto con il direttore tecnico, James Key. Il britannico ha il compito di garantire;un’ottima correlazione tra performance in pista delle monoposto e sviluppi tecnici.
Invariati saranno i ruoli di Paul James e Piers Thynne, rispettivamente manager e direttore di produzione.

Siedl ha dichiarato a Motorsport.com di aver voluto, sin dall’inizio, suddividere il team in tre grandi dipartimenti.
E’ fondamentale che ci sia una;chiara e distinta gerarchia manageriale in casa McLaren.

“C’è il dipartimento tecnico sotto la leadership di James Key, la produzione guidata da Piers Thynne, Andrea Stella si occupa della performance – delle vetture e dei piloti –  e Paul James come team manager.
Era importante per me avere questi;personaggi sin dall’inizio, perché mi piace che le responsabilità e i ruoli siano definiti chiaramente e che l’organizzazione sia facile da capire per il team.”

Il nuovo regolamento ha permesso all’intero team di pensare al futuro e di plasmare ciascun dipartimento. Siedl vuole il massimo, niente di meno.

Siamo tutti annoiati senza i nostri sport preferiti, ma solo collaborando ANDRÀ TUTTO BENE.
Se non è indispensabile, RESTA A CASA!

 

Rally | Carlos Sainz: “Potrebbe essere l’ultima Dakar. Per Alonso sarà un’ottima esperienza”