Skoda Octavia Wagon Scout e RS – Tre in uno!

Dall’ultima generazione della Skoda Octavia, nascono le nuove versioni Wagon, Scout e RS. La Scout è sviluppata in pura salsa off road, mentre la RS ha un’impostazione decisamente più sportiva. Entrambe sono basate sul pianale modulare MQB di casa Volkswagen. Vediamole insieme…

Skoda Octavia Scout - Copertina
Skoda Octavia Scout – Una wagon dall’anima off road

Com’è fuori?

Dal taglio molto più off road, la nuova Skoda Octavia Scout è spinta dal propulsore 2.0 TDI nella sua versione Evo da 200 CV, con ben 400 Nm di coppia. Per i più smaliziati, è disponibile anche la variante sportiva RS, con un setup specifico delle sospensioni, lo sterzo dinamico e l’impianto frenante maggiorato.

Esteticamente, la nuova Skoda Octavia Scout è caratterizzata da paraurti specifici in stile “off-road”, le protezioni degli archi passaruota in plastica nera non verniciata, le calotte degli specchietti retrovisori con finitura specifica e i cerchi in lega alleggerita da 18”.

 

Skoda Octavia Scout – La versione RS, dall’anima più sportiva

La versione RS, dall’anima più racing, porta in dote i fari anteriori ridisegnati e le prese d’aria frontali riviste, per assicurare un’aerodinamica da vera sportiva.

La Scout, rispetto alla versione base, vanta anche un assetto rialzato di 15 millimetri, la modalità specifica di guida off-road e le protezioni, anche per il fondo vettura.

Le dimensioni sono ovviamente superiori alla Octavia standard da cui deriva: è infatti lunga 4.703 mm e larga 1.829 mm.

Skoda Octavia interniGli interni della Skoda Octavia Wagon Scout e RS, con il cambio DSG a 7 rapporti in bella vista

Dentro com’è?

Gli interni della nuova Skoda Octavia Scout sono caratterizzati da alcuni dettagli particolari, come i sedili rivestiti in ThermoFlux – uno speciale tessuto traspirante – oppure le impunture marroni per volante, plancia e bracciolo centrale. Elegante la pedaliera in alluminio e la modanatura sulla plancia, anche con effetto legno.

La tecnologia di bordo ricalca su tutti i modelli quella delle Octavia berlina e wagon. I tasti hanno un ottimo feedback tattile, anche se realizzati in plastica. I due schermi da 10,25″ mostrano informazioni diversificate a scelta. Di base, la configurazione prevede il quadro strumenti digitale personalizzabile, e l’infotainment centrale a disposizione per gli altri occupanti.

Skoda Octavia Infotainment
Il sistema infotainment della Skoda Octavia la fa da padrone, con l’ampio display TFT da 10,25″

Ma che propulsori monta?

Il resto della tecnologia si compone dei vari assistenti alla guida come il lane assist, il cruise control adattivo e la frenata di emergenza automatica. Per gli allestimenti più costosi, sono disponibili anche i fari a matrice di Led adattivi, che seguono la traiettoria della curva per non abbagliare gli altri utenti della strada.

Le motorizzazioni oggi disponibili sulla nuova Škoda Octavia Scout e RS sono il piccolo 1.0 TSI da 110 CV, il 1.5 benzina da 150 CV con la sua variante mild-hybrid 1.5 e-TEC, il medio gamma diesel 2.0 TDI da 115 CV e infine il propulsore TDI più potente di sempre, ovvero il 2.0 da 200 CV. Presente anche un altro motore a benzina, ovvero il 2.0 TSI da 190 CV.

 

Skoda Octavia Motori
Guardiamo sotto il vestito della Skoda Octavia Wagon Scout e RS

A questi motori si affianca la trasmissione manuale a 6 marce oppure, il DSG a 7 rapporti di casa Volkswagen. Il cuore termico alimentato a gasolio è dotato della tecnologia Twin Dosing, la doppia iniezione di AdBlue, che abbatte gli ossidi di azoto fino all’80%.

Skoda Octavia fari
Lo sguardo affilato della Skoda Octavia Scout

Il 2.0 litri TDI è anche disponibile per la versione sportiva RS, che se abbinata al DSG e alla trazione integrale, le permette scatti “brucianti” da 0 a 100km/h in 6,8 secondi, con una velocità massima di ben 245km/h.

La versione a trazione anteriore invece ferma le lancette a 7,4 secondi. Un risultato comunque di tutto rispetto, tenendo conto che la versione di base rimane una station wagon destinata alle famiglie.

Il listino parte da 38.500 € per la Scout, mentre sale 40.500 € per la RS.

Seguici anche su Instagram

Nuova DS9 E-Tense – L’ammiraglia si fa ibrida

 

Emanuele Gorgone

Diplomato in elettronica, ho seguito diversi corsi di formazione negli ambiti più disparati. Audiofilo e bassista, posso parlarti per ore di meccanica applicata ad auto e motoveicoli. A fine 2018 approdo al mondo del giornalismo. Sono Manager del progetto/band The Rays e collaboro da giugno 2020 con F1InGenerale, scrivendo gli articoli della sezione Automotive.