Sovrapposizione DTM-Le Mans 2020. Berger: “Situazione inevitabile.”

Mike Rockenfeller, Credit: Audi Sport

Nel 2020 ci sarà la sovrapposizione tra la 24 ore di Le Mans e il weekend di Anderstorp del DTM. Berger: “Abbiamo fatto di tutto, ma era impossibile evitare Le Mans.”

Mike Rockenfeller, Credit: Audi Sport

Per la prima volta nella sua storia in DTM correrà in Svezia sullo storico circuito di Anderstorp, famoso per la vittoria di Niki Lauda con la Brabham BT-46 con la ventola al posteriore. Oltre a questo nel calendario DTM è entrato anche l’Autodromo nazionale di Monza al posto di Misano per un totale di 10 round. E proprio a Monza scatterà la stagione 2020 con i tradizionali test prestagionali di Marzo.

Tuttavia il round svedese ha creato dei problemi a causa della sovrapposizione con la 24 ore di Le Mans prevista per il weekend del 13 giugno 2020. A pagarne le spese è stato Mike Rockenfeller, campione DTM nel 2013 e vincitore della 24 ore di Le Mans nel 2010. Il pilota tedesco, che è sotto contratto con il team Phoenix, non potrà prendere parte alla celebre gara di durata con il team Corvette Racing.

Il Boss del DTM, Gerhard Berger, è stato sollecitato a trovare una soluzione. L’ex pilota di Formula 1 ha risposto con un perentorio no, spiegando i motivi alla base della sua decisione:

”Non è perchè non voglio. È un incubo; hai dei circuiti a cui dai delle date e allo stesso tempo ci sono i canali TV da gestire. Quindi se si hanno quattro settimane di riposo, un weekend di gara e poi altre due settimane di riposo e un altro weekend, hai bisogno di un certo flusso per la TV.”*


Il DTM ha comunque cercato di evitare questa situazione e Berger non ha esistano a fare un confronto con quanto accade in Formula 1:

”Tutti gli anni cerchiamo di evitare le sovrapposizioni e nel 2016 anche la Formula 1 ha avuto questo problema. Noi iniziamo la stagione a marzo e finiamo ad ottobre; abbiamo bisogno di una pausa estiva e per il prossimo anno non c’era nessuna possibilità di evitare la concomitanza con Le Mans.” *

*Credit: motorsport.com

Seguici anche su Instagram: @F1inGenerale

F1 | Red Bull minaccia Ferrari: “Protesteremo ancora nel 2020 se avremo sospetti”

Disqus Comments Loading...

Questo sito si serve dei cookie di per l'erogazione dei servizi, la personalizzazione degli annunci e l'analisi del traffico.