Superbike | Alla scoperta dei team 2020: Aruba Ducati

Continua il nostro viaggio alla scoperta dei protagonisti del mondiale Superbike 2020. Oggi analizzeremo i vicecampioni del mondo del team Aruba Racing – Ducati.

Foto: Instagram Scott Redding

Il 2020 per il team Ducati è iniziato nel lontano giugno 2019, quando la casa italiana ha proposto il rinnovo di contratto a Bautista. Da allora si è scatenato un tira e molla che ha portato Bautista a firmare con Honda e che probabilmente ha compromesso il campionato in corso. Infatti, dalla proposta di contratto in poi, le prestazioni dello spagnolo sono scemate fino ad arrivare a subire un passivo da Rea di 165 punti.

Ducati si è dovuta impegnare per cercare un pilota che possa sostituire egregiamente Bautista. La scelta è ricaduta sul britannico Scott Redding. Egli, come Bautista, ha un curriculum di tutto rispetto. Cresciuto nel Motomondiale, detiene il record del più giovane pilota ad aver vinto una gara in 125. Arrivato in MotoGP, con Gresini, si è fatto notare passando prima al team Pramac, e poi diventando pilota ufficiale Aprilia. L’anno in Aprilia è totalmente da dimenticare e l’inglese ha deciso di ripartire da zero correndo nel British Superbike in sella a una Panigale V4R. L’anno da Rookie lo ha visto subito protagonista con la battaglia per il titolo con l’esperto Brooks che lo ha visto uscire vincitore . Per il 2020 il team punta su di lui che conosce già la moto con cui correrà, ma che dovrà dimostrare di essere all’altezza di un campionato mondiale.

A fianco di Redding è stato confermato l’ormai veterano Chaz Davies. Nonostante un annata al di sotto delle aspettative che lo ha visto teminare in sesta posizione dopo 4 anni terminati nei primi 3.

La moto, la Panigale V4 R, sarà leggermente modificata. le modifiche si concentreranno sulla parte meccanica (motore e ciclistica) e sulla livrea che dovrebbe contenere qualche nuovo colore. Rimarrà pressoché inalterato il telaio che dovrebbe presentare piccole modifiche aerodinamiche.

Appuntamento ai test e alla presentazione

Il team sarà impegnato da domani nei test sul circuito Angel Nieto di Jerèz dove Redding è atteso ad assottigliare il divario con Rea che ai test di novembre si attestava intorno ai 2/3 decimi al giro. La moto sarà, quasi sicuramente, in livrea total black con solo gli sponsor presenti. Per scoprire definitivamente la moto e il team l’appuntamento è per il 12 febbraio a Imola dove si svolgerà la cerimonia di presentazione.

Leggi anche:

Superbike | Alla scoperta dei team 2020: Kawasaki

seguici su Instagram

MotoGP | Fissata la data per l’udienza di Iannone: salterà i primi test

Mattia Lisa

Studente di storia, appassionato di motori e speaker radiofonico