Superbike | Alla scoperta dei Team 2021: Aruba Ducati

A meno di una settimana dal via della stagione 2021 prosegue la rubrica di F1inGenerale.com che porta alla scoperta dei Team iscritti al Mondiale Superbike. Oggi è il turno del Team Aruba Ducati. Superbike Team Aruba Ducati.

Superbike Team Aruba Ducati
Credit: Aruba.it_racing on Instagram

Tra tante certezze e pochi dubbi (livello della nuova Kawasaki) anche il Team Ducati ufficiale è pronto ad iniziare la stagione 2021 del Mondiale Superbike. La squadra italiana ha come obiettivo da parecchi anni di riportare il titolo piloti a Borgo Panigale, un titolo che manca dal lontano 2011.  Superbike Team Aruba Ducati

La coppia di piloti chiamata a compiere quest’impresa è una coppia giovane e nuova ma che si dimostrerà sicuramente pronta a soddisfare le attese del popolo Ducatista. Il primo nome è quello del confermato Scott Redding.

L’inglese sarà alla sua seconda stagione in sella alla Panigale V4R e dopo aver sfiorato il titolo nel 2020 proverà quest’anno a strappare il trono di Campione del Mondo a Jonathan Rea. Dalla sua Redding, come detto, ha un anno in più di esperienza su questa moto e soprattutto conosce già le piste su cui si correrà. Una conoscenza importante, che permetterà a Redding di essere più vicino a Rea fin dal venerdì e che lo faranno concentrare più sul setup della moto che sull’apprendimento delle traiettorie.

Dall’altra parte del box troviamo invece il volto nuovo di Micheal Ruben Rinaldi. L’italiano, grazie al titolo di pilota indipendente vinto in sella alla Ducati del Team Go Eleven, si è guadagnato la promozione nel Team ufficiale. L’obiettivo principale di Rinaldi sarà quello di essere il più vicino possibile a Redding per aiutarlo nella lotta contro Rea e per aiutare la Ducati a portare a casa il titolo costruttori, sfumato per un solo punto lo scorso anno. Rinaldi non avrà comunque il solo compito di fare da scudiero a Redding in questa stagione; l’italiano sarà libero di giocarsi le proprie carte con la pista che definirà o stravolgerà le gerarchie in casa Ducati.

Il punto di forza della casa di Borgo Panigale rimane comunque la moto: la splendida Panigale V4R. Il mezzo di Ducati è infatti da alcuni anni la moto più prestazionale del lotto e, nonostante non si sia dimostrata poi altrettanto vincente, vanta alcuni punti di forza rispetto alle altre moto.

Il più chiaro vantaggio rispetto alle concorrenti riguarda il motore. La Panigale V4R, infatti, si caratterizza per raggiungere velocità di punta inarrivabili per le altre moto e dispone di un’ottima coppia che permette di guadagnare diversi metri nelle accelerazioni da basse velocità sugli avversari.

Inoltre il progetto Panigale V4 è arrivato al suo terzo anno di età e questo porta i tecnici Ducati a non stravolgere il disegno e le caratteristiche della moto di stagione in stagione. Una continuità che permette di concentrare il lavoro invernale solo su alcuni aspetti della moto.

Ducati infatti si è concentrata soprattutto su freni ed elettronica nei test svolti durante la pausa invernale. Dal punto di vista della frenata, il Team Aruba inizierà ad utilizzare delle nuove pinze al freno anteriore marchiate Brembo. Per l’elettronica, invece, si è lavorato sul rendere più dolce l’uscita dalle curve a bassa velocità. Piccoli aggiornamenti hanno interessato anche il telaio con la Ducati che utilizzerà un nuovo forcellone la prossima stagione.

Ora sarà la pista a dare le risposte che il team italiano cerca. L’obiettivo è chiaro: vincere nel 2021, il titolo piloti e quello costruttori.

Segui il nostro canale Telegram dedicato alle due ruote.

Superbike | GP Aragon 2021 – Anteprima ed orari Tv

Riccardo Orsini

Marchigiano classe '99, sono cresciuto tra una pista di kart e una di motocross. Il motorsport è sempre stato parte integrante della mia vita e spero di condividere la mia passione ai lettori.