Pubblicato il 18 Febbraio, 2021 alle 15:36

Superbike | Approvate le novità nel regolamento 2021. Arriva il Long Lap Penalty

In attesa del prorogato inizio di stagione 2021, Dorna ha comunicato il regolamento sportivo 2021 della Superbike. Tra le novità del nuovo regolamento, l’introduzione del Long Lap Penalty, da due anni in utilizzo nelle tappe del Motomondiale.

Credit: WorldSBK.com

La commissione per il regolamento Superbike, formata da rappresentanti di FIM, Dorna, e dei principali costruttori del circuito della dei mondiali delle derivate dalla serie; hanno stilato il regolamento sportivo per la stagione 2021. Il regolamento, deciso in due sessioni a distanza il quattordici e sedici dicembre, vede diverse novità e un’importante conferma. Il regolamento tecnico, invece, verrà stilato in alcuni incontri che verranno convocati nei prossimi giorni.

L’importante conferma che è stata inserita nel regolamento è la disputa di due gare per GP nelle classi Supersport e Supersport 300. Inoltre, per quanto riguarda la Supersport 300, ci sarà il ritorno a un solo gruppo di qualifica. Termina, dunque, con il 2020 l’esperimento dei due gruppi di qualifica nella classe minore del circus della Superbike. La scelta di confermare la doppia gara nelle due categorie minori, è riconducibile al breve calendario dovuto alla pandemia da Covid 19.

Per favorire il rallentamento dei piloti in regime di bandiera gialla, la commissione ha deciso che tutti i tempi segnati in regime di pericolo saranno cancellati. Questa mossa ha la funzione di deterrente contro i piloti che, nel tentativo di non perdere tempo o di non perdere un giro veloce, non rallentano sufficientemente per garantire la sicurezza del centauro a terra, e dei marshall che intervengono in pista. Sempre a riguardo di regimi di bandiera, è stata annunciata l’introduzione di pannelli a Led per aiutare i piloti ad accorgersi di una determinata situazione. Inoltre,  da quest’anno, non si potranno esporre contemporaneamente le bandiere che segnalano pista bagnata e cambio di aderenza.

Leggi anche:

Superbike | Tutte le date (e i piloti) dei test invernali

In fatto di sicurezza, elemento centrale nella discussione per il nuovo regolamento, si è deciso di non rendere fondamentale l’uso dell’elicottero se, con un trasporto d’urgenza, il pilota potrà essere trasportato in ambulanza entro 20 minuti in un ospedale riconosciuto dalla FIM per la cura di traumi. Questo permetterà, in caso di presenza di ospedale certificato, di non dipendere dalle condizioni meteo che, se in presenza di pioggia forte o scarsa visibilità, non permettono all’elicottero di decollare.

Sugli aspetti extra pista, si è deciso di intervenire sul sistema del deposito cauzionale in caso di ricorsi e appelli. Infatti, se il ricorso/appello riceverà sentenza a favore, chi avrà presentato quest’ultimo avrà diritto alla restituzione della cifra depositata. Fino ad ora, invece, la cauzione rimaneva in mano alla FIM, che li investiva in un fondo ad hoc.

Infine, si è inserito un limite massimo di sedute di test privati per ogni team. Infatti, dal Mondiale Superbike 2021, il regolamento prevede un limite di 10 sessioni di test privati. A tale limite non faranno parte i test ufficiali o patrocinati dalla FIM. Inoltre, si è deciso di inserire nuove norme per evitare l’allenamento dei piloti con moto da corsa nelle sessioni. Infatti, nelle sessioni di allenamento, è autorizzato il solo uso di moto stradali.

In attesa dell’inizio della stagione 2021, previsto ora a maggio, e della pubblicazione del nuovo regolamento tecnico, dal 24 febbraio inizieremo a presentarvi tutte le moto e i team del Mondiale Superbike 2021.

Seguici su Telegram

Supersport 300 | Che forza Ana! La Carrasco torna in moto dopo l’infortunio alla schiena

Studente di storia, appassionato di motori e speaker radiofonico
Disqus Comments Loading...