Superbike | Bautista dice addio alla Ducati. Ora nel mirino c’è Redding.

Dopo i numerosi rumors negli ultimi giorni in cui si vociferava che il matrimonio Bautista – Ducati fosse ormai giunto al termine, ora la notizia è ufficiale: il pilota spagnolo ha rifiutato la proposta presentata da Ducati per unirsi al progetto HRC.

fonte: wsbk

La Ducati era disposta a continuare con Bautista e aveva avanzato un’offerta. Quest’ultima però non soddisfava le pretese del pilota, sopratutto sul lato economico. Ducati però aveva specificato che non sarebbe andata oltre, considerando anche come sono andati gli ultimi round della stagione che hanno visto regalare un mondiale apparentemente già vinto al sempre costante Jonathan Rea.

Il pilota spagnolo andrà dunque in Honda, la quale ha colto l’occasione del disastro Ducati per presentare ad Alvaro il progetto 2020: la nuova Fireblade, il ritorno di HRC in Superbike ed un contratto decisamente allettante. Nel mirino di Honda, naturalmente, la vittoria del mondiale 2020.

In Ducati si aspettavano questo rifiuto, Paolo Ciabatti si era chiaramente espresso:

“Per la Ducati sarebbe stato molto bello vincere il Mondiale al primo colpo con la V4R ma difficilmente succederà, e siamo delusi. Tuttavia vogliamo continuare con Alvaro Bautista, per questo gli abbiamo fatto un’ottima offerta. Ma non a tutti i costi. La decisione ora è nelle sue mani. Non possiamo aspettare tanto oltre.”

fonte: crash.net

Il candidato numero uno per prendere il posto di Bautista, ed affiancare Chaz Davies, sembra essere il britannico Scott Redding, attualmente impegnato nel BSB alla guida della V4r, e attuale leader del mondiale.

Ti piacerebbe scrivere news o approfondimenti sulla F1, MotoGP o qualsiasi altra categoria motoristica?
F1inGenerale è alla ricerca di nuovi editori.Clicca qui per info

Ciabatti non ha nascosto neanche questo particolare:

“Ci piace molto quello che sta facendo Scott nella Superbike inglese con una moto che ha un’elettronica meno sofisticata ed un pacchetto meno evoluto. E’ ancora giovane, perché ha solo 26 anni, quindi è un profilo sicuramente interessante”.

Ducati però, non è l’unica scuderia interessata al pilota britannico, che è infatti stato contattato anche da BMW, intenzionata a diventare competitiva per il mondiale. Bisognerà quindi aspettare ulteriori notizie per sapere quale sarà la sua decisione.

Seguici anche su Instagram

F1 | Quando i numeri diventano emozioni…

Condividi
Disqus Comments Loading...

Articoli Recenti

Formula E | Marrakech E-Prix – Venturi dona la parola a Leclerc e Nato che ci introducono ai rookie test

A seguito dell'E-Prix, Marrakech diventerà luogo di test per le squadre impegnate nel campionato di Formula E. Venturi, che schiererà…

6 ore fa

Formula E | Marrakech E-Prix – Mahindra: “Abbiamo risolto i problemi di inaffidabilità, puntiamo al podio”

Mahindra torna a Marrakech, tracciato dove lo scorso anno ha trionfato Jerome D'Ambrosio. Nella stessa occasione Wehrlein fece la sua…

7 ore fa

Rubrica Fellon | Quello che Sky non ha…

L'immortale De Andrè nel suo capolavoro "Quello che non ho" faceva un elenco di ciò di cui aveva bisogno per…

8 ore fa

Formula E | Marrakech E-Prix – BMW, Sims: “Vorrei ripetere la gara dell’anno scorso ma senza incidente”

Il ricordo del Marrakech E-Prix della scorsa stagione è ancora impresso nella mente di Alexander Sims, protagonista di un contatto…

9 ore fa

F1 | Ferrari pronta a rinnovare Vettel

Mattia Binotto e Sebastian Vettel hanno parlato durante la conferenza stampa tenutasi durante la sessione pomeridiana del primo giorno dei…

9 ore fa

F1 | Sintesi quarta giornata di test al Montmelò

Dopo la pausa tra una settimana e l'altra, le F1 tornano in pista per la quarta giornata di test. Ecco…

10 ore fa

Questo sito si serve dei cookie di per l'erogazione dei servizi, la personalizzazione degli annunci e l'analisi del traffico.