SUPERBIKE | GP ARAGON SUPERPOLE RACE – Bautista non si ferma più: altra vittoria davanti Rea e Lowes

 Il pilota spagnolo del Team Ducati Aruba, vince anche la Superpole Race del GP di Aragon, precedendo Jonathan Rea (Kawasaki) e Alex Lowes (Yamaha).

Credit: WorldSBK instagram

Qualcuno fermi Alvaro Bautista. Ottava vittoria su otto gare corse. Un dominio assoluto e incontrastato, con lo spagnolo che, sempre grazie ad ottime partenze, prende la prima posizione già dalla curva 1 e saluta il resto della compagnia, lasciando agli altri battagliare solo per la piazza d’onore.

Seconda posizione oramai riservata a Jonathan Rea (Kawasaki) che, dopo una lunga battaglia con Alex Lowes (Yamaha) e Chaz Davies (Ducati), ha conquistato, appunto, il secondo gradino del podio per l’ottava volta in stagione.

Alle spalle di Rea, come detto, si piazza Alex Lowes ancora una volta a podio con la sua Yamaha ufficiale.

Purtroppo assente dalla gara di questa mattina Leandro Mercado (Kawasaki), che dopo la caduta nel corso della Gara1 di ieri, ha riportato la presunta frattura dello scafoide.

CRONACA GARA

Solito scatto bruciante per Alvaro Bautista (Ducati) che mantiene la testa della corsa davanti a Sandro Cortese (Yamaha) e Alex Lowes (Yamaha).

Caduta alla prima curva per Micheal van der Mark (Yamaha) e Micheal Ruben Rinaldi (Ducati).

Nel corso del primo giro Alex Lowes sorpassa l’altra Yamaha di Sandro Cortese per la 2a posizione.

Al secondo giro è Jonathan Rea (Kawasaki) a sopravanzare Cortese.

Il giro successivo Rea supera Lowes in staccata alla curva 12 portandosi in 2a posizione e mettendosi alla caccia di Alvaro Bautista, che però ha già un cospicuo vantaggio.

Alla prima curva del quarto giro è Davies ad infilare all’interno Cortese per la 4a posizione. Cortese che commette un errore e viene passato sia da Tom Sykes (BMW) che da Eugene Laverty (Ducati).

Ritiro a causa di un problema tecnico per Markus Reiterberger (BMW), che continua questo week-end sfortunato dopo la caduta nella gara di ieri.

Quando mancano 5 giri alla fine della gara Lowes sorpassa Rea nel lungo rettilineo che porta alla curva 16, e si riprende la 2a posizione. Nel frattempo prova a riagganciarsi a questa coppia anche Chaz Davies.

Nel corso degli ultimi 2 giri si accende così la battaglia per la 2a posizione tra Rea, Lowes e Davies. Rea si prende la posizione alla curva 4 su Lowes e resiste poi anche al tentativo di incrocio del pilota Yamaha.

Nonostante i tre piloti fossero veramente vicini, durante l’ultimo giro nessuno riesce ad attaccare i propri avversari e le posizioni rimangono così invariate.

La gara quindi si conclude con l’ormai solita vittoria di Alvaro Bautista, che continua la sua perfect season, seguito sul traguardo Jonathan Rea, all’ottavo secondo posto consecutivo, e Alex Lowes.
Negativa invece la prova dei ragazzi italiani: Rinaldi cade e si ritira alla prima curva, Marco Melandri (Yamaha) chiude in 11a piazza mentre Alessandro Del Bianco (Honda) guadagna la 14a posizione.

Appuntamento quindi alle ore 14 quando prenderà il via la Gara2 del week-end di Aragon.
Griglia di partenza che per le prime nove posizioni è definita proprio dall’ordine d’arrivo di questa Superpole Race. Attenzione quindi a Rea che potrà impensierire Bautista già dalle prime curve nella gara di questo pomeriggio, partendo infatti affianco del pilota spagnolo.

 

Riccardo Orsini

Marchigiano classe '99, sono cresciuto tra una pista di kart e una di motocross. Il motorsport è sempre stato parte integrante della mia vita e spero di condividere la mia passione ai lettori.