Superbike | GP Australia – Sintesi Superpole: Bautista si prende la Pole e obbliga le due Kawasaki ufficiali all’inseguimento

Alvaro Bautista è stato il più veloce nella Superpole del GP d’Australia Superbike. Lo spagnolo di Ducati ha preceduto le Kawasaki di Rea e Lowes. Quarta casella in griglia per Razgatlioglu, mentre Bassani delude e scatterà quattordicesimo.

Credit: Twitter

Ultimo appuntamento stagionale per la Superbike che nel GP d’Australia giunge alla Superpole. Questo ultimo GP rimane valido solo per la gloria, in quanto ogni pratica mondiale è andata risolta nello scorso weekend in Indonesia. Al termine di Gara1 Bassani è diventato il migliore dei piloti indipendenti, mentre la domenica Alvaro Bautista si è laureato Campione del Mondo.

In terra australiana corre Tetsuta Nagashima che, dopo aver sostituito Nakagami in MotoGP con LCR, sostituisce Lecuona che in Indonesia si è fratturato una vertebra e l’osso sacro. L’attività in pista è iniziata con il dominio di Rea in entrambe le Prove Libere del venerdì. La prima sessione è terminata con il pilota Kawasaki che ha girato in 1.31.284, precedendo Bautista e Razgatlioglu.  Come già scritto, anche nel pomeriggio Rea ha girato più veloce di tutto, precisamente in 1.31.127, facendo meglio di Bautista e Lowes. Razgatlioglu, invece, ha segnato il quarto tempo.

Sintesi Superpole GP Australia Superbike


La Superpole del GP d’Australia Superbike si è svolta sotto un cielo coperto, con della pioggia che è scesa nella zona del rettilineo finale, con interessamento delle prime e ultime curve del tracciato. La temperatura atmosferica era leggermente al di sotto dei 20°C. Nonostante la leggera pioggia, la quasi totalità dei piloti sono scesi in pista con gomme slick.

Il primo crono lo ha segnato Razgatlioglu in 1.31.712, battuto di mezzo secondo da Bautista e di un secondo da Lowes e Rea. La risposta del turco non è arrivata nel secondo tentativo della sessione, mentre Bautista torna in testa girando in 1.30.304, rifilando tre decimi alla seconda guida Kawasaki che manca la risposta come il compagno di team.

A metà della Superpole del GP d’Australia Superbike la classifica era la seguente: Bautista, Rea (che nel mentre aveva surclassato Lowes), in quarta posizione Razgatlioglu e poi Oettl, Locatelli, Bassani, Mahias, Rinaldi, Van der Mark, Gerloff, Nagashima, Laverty, Vierge, Baz, Redding, Fores, Nozane, Syarhin, Konig, Mercado e Smith.

Il secondo stint viene inaugurato da Gerloff che sale in sesta posizione, con un secondo e uno di ritardo dall’allora miglior tempo di Bautista. Rea è stato il primo dei big a scendere in pista con le nuove gomme e ha fermato il cronometro sul tempo di 1.30.026,  a quasi tre decimi di vantaggio su Bautista che risponde subito portandosi nuovamente avanti di due decimi sul sei volte Campione del Mondo.

Razgatlioglu, che era sprofondato in settima posizione, è salito in quarta posizione a un minuto dal termine, quando Nagashima si stende alla Miller. Per il pilota, nonostante nessuna conseguenza fisiche, è addio anzitempo alla Superpole.

Rea e Lowes si rimettono nel tentativo successivo in marcatura su Bautista. La sessione termina poi senza variazioni alla classifica già delineata. Alvaro Bautista ha conquistato la Pole Position del GP d’Australia in questa bellissima sessione di Superpole del GP d’Australia.

Le Kawasaki di Rea e Lowes si sono classificate con il secondo e terzo tempo. Partiranno dalla seconda fila le due Yamaha ufficiali di Razgatlioglu e Locatelli e quella GRT di Gerloff. Terza fila per Oettl, Rinaldi e Vierge. Quarta fila, infine, per Nagashima, Mahias e Redding.

Superpole Australia Superbike
worldsbk.com

La Superbike tornerà in pista alle 6 per Gara1 del GP d’Australia.

Seguici su Telegram

Mattia Lisa

Studente di storia, appassionato di motori e speaker radiofonico