Superbike | GP Estoril – Sintesi Superpole Race: Razgatlioglu concede il bis. Podio tutto Yamaha!

L’ultima Superpole Race della stagione, corsa sul circuito dell’Estoril, va appannaggio di Toprak Razgatlioglu che conferma l’ottimo feeling con la pista portoghese. Gerloff e Van der Mark completano un podio tutto Yamaha. Superbike Estoril Superpole Race.

Ctredit: WorldSBK.com

Un’altra gara sensazionale quella di cui si è reso protagonista Toprak Razgatlioglu nella Superpole Race del GP dell’Estoril. Il pilota del Team Pata Yamaha, bissa la vittoria di ieri con un’altra prestazione monstre.

Sul podio con il pilota turco le altre due Yamaha di Garrett Gerloff e Micheal Van der Mark. Grande rimonta per Scott Redding che partito ultimo passa sesto sul traguardo.

Matematica certezza del titolo dei piloti indipendenti per Micheal Ruben Rinaldi, nono al traguardo.

SINTESI SUPERPOLE RACE

Alla partenza mantiene la prima posizione Toprak Razgatlioglu (yamah) forte della sua partenza dalla Pole. Alle sue spalle si piazza Garrett Gerloff (Yamaha) che conquista la posizione su Leon Haslam (Honda). Partenza strepitosa di Scott Redding (Ducati) che dopo cinque curve è già tredicesimo.

Caduta invece per Alex Lowes (Kawasaki) che scivola in terra all’ultima curva.

Inizia a perdere posizioni, invece, Haslam che viene passato sia da Chaz Davies (Ducati) che da Micheal Van der Mark (Yamaha). Allungo deciso in testa alla corsa di Razgatlioglu che ha già più di un secondo di vantaggio su Gerloff.

Si accede la lotta per la terza posizione con Van der Mark che prova a passare Davies alla prima curva. L’olandese finisce però leggermente lungo e viene ripassato dalla Ducati. Dietro di loro Jonathan Rea (Kawasaki) passa Haslam al “cavatappino”. Il pilota della Honda risponde però in fondo al rettilineo principale della pista portoghese. Rea comunque non molla e alla Curva 3 si prende definitivamente la quinta posizione.

Il pilota della Honda continua nella sua gara a gambero e viene passato anche dal suo compagno di Team Alvaro Bautista. Nello stesso giro anche Redding infila Haslam e sale in settima posizione.

Nel giro successivo Redding si libera anche di Bautista alla staccata della Curva 6 e prova ora a ricongiungersi al gruppo davanti a lotta per la terza posizione. Gruppo dal quale si è staccato Jonathan Rea.

Proprio in questa lotta Van der Mark e Davies si toccano, fortunatamente senza conseguenze dopo un tentativo di attacco del pilota olandese.

A due giri dalla fine Van der Mark riesce a passare Davies nella percorrenza dell’ultimo curvone. Davies però reagisce sfruttando la velocità della sua Ducati e sul rettilineo ripassa davanti. Nello stesso giro però un piccolo errore di Davies spalanca la porta al pilota olandese che si infila e sale in terza piazza.

Il piccolo errore commesso da Davies è probabilmente un sintomo dell’usura della gomma visto il crollo verticale dei tempi del pilota gallese.

Tutto facile invece per Toprak Razgatliolgu che bissa la vittoria di ieri in Gara 1 con una gara autoritaria condotta in solitaria dalla prima all’ultima curva.

Seconda posizione per Garrett Gerloff che continua a confermare i suoi miglioramenti dal GP di Catalogna. Completa un podio tutto Yamaha Michael Van der Mark.

Quarta piazza per Chaz Davies che ha sofferto molto negli ultimi due giri. Chiude la top cinque Jonathan Rea. Fantastica rimonta invece per Scott Redding che, partito ultimo, chiude in sesta posizione.

Nono posto per Micheal Ruben Rinaldi che, complice la caduta di Loris Baz, conquista anche il titolo della classifica riservata ai piloti indipendenti.

RISULTATI SUPERPOLE RACE SUPERBIKE GP ESTORIL:

Superbike Superpole Race Estoril
Credit: WorldSBK.com

Segui il nostro canale Telegram dedicato alle due ruote.

Superbike | GP Estoril – Sintesi Gara 1: Razgatlioglu Domina la gara. Redding cade e regala il mondiale a Rea

Riccardo Orsini

Marchigiano classe '99, sono cresciuto tra una pista di kart e una di motocross. Il motorsport è sempre stato parte integrante della mia vita e spero di condividere la mia passione ai lettori.