Superbike | GP Portogallo – Sintesi Superpole: Rea in pole davanti a Razgatlioglu e Lowes

Sarà Jonathan Rea a partire in Pole per Gara 1 del GP del Portogallo. Il pluricampione del Mondo conquista l’ennesima pole della sua carriera beffando Toprak Razgatlioglu che dopo le libere sembrava il favorito nelle qualifiche. Terza posizione per un sorprendente Lowes, male Redding e Bautista.

Credit: Account Twitter Kawasaki Racing Team

Nonostante il dominio della Yamaha nelle Prove Libere è la Kawasaki numero #1 di Jonathan Rea a conquistare la Superpole del GP di Portogallo della Superbike. Il pilota nord irlandese rifila più di tre decimi al secondo, che risponde al nome di Toprak Razgatlioglu.

Terza piazza per un sorprendente Alex Lowes, con l’altra Kawasaki. Brutta qualifica per Scott Redding che sbaglia entrambi i giri con la gomma da tempo ed è solo ottavo. Peggio di lui fa Alvaro Bautista che partirà tredicesimo.

SINTESI SUPERPOLE

Scatta il semaforo verde e i piloti scendono in pista per sfruttare tutti e 25 i minuti delle prove cronometrate.

Il primo a far registrare un tempo è Loris Baz (Yamaha) che ferma il cronometro sull’1.42.317, tempo molto buono se si considera che non sono ancora montate le gomme da tempo.

Il tempo del pilota francese viene abbattuto da Toprak Razgatlioglu (Yamaha) che abbassa il crono di riferimento di quasi un secondo. Alle sue spalle si piazzano Scott Redding (Ducati), che scivola poi alla Curva 5 e Micheal Van der Mark (Yamaha).

I piloti terminano il loro primo run con la classifica che recita per la top 5 Razgatlioglu, Redding, Van der Mark, Jonathan Rea (Kawasaki) e Loris Baz (Yamaha). Qualifica difficile fino ad ora per Alvaro Bautista (Honda) che non riesce ad andare oltre alla diciassettesima posizione.

Proseguono i problemi per Bautista che scivola alla staccata di Curva 13 e rovina leggermente la sua moto.

A sei minuti dalla fine i piloti iniziano a scendere in pista per il loro secondo run. Tutti entrano in pista con le gomme da tempo all’anteriore e al posteriore.

Il primo a fare il balzo in avanti con queste gomme è Leon Haslam (Honda) che risale in quarta posizione in 1.41.607. Poco dopo arriva Alex Lowes (Kawasaki) che si prende la prima posizione in 1.41.074.

Il tempo dell’inglese è battuto dal suo compagno di squadra Jonathan Rea che stampa un 1.40.676. I tempi però continuano a migliorare con Razgatlioglu che risale secondo in 1.40.954.

La gomma da tempo permette però un solo giro lanciato e nessuno riesce infatti a migliorare nel secondo tentativo.

È così Jonathan Rea a conquistare la pole position sul circuito di Portimao, la seconda consecutiva dopo quella del 2019. Il pilota Kawasaki precede Razgatlioglu e Lowes che completano così la prima fila.

Il pilota nord irlandese ha costruito perfettamente il suo giro, scavando la differenza con i suoi avversari grazie ad un T2 perfetto.

La seconda fila è aperta da Tom Sykes, sempre a suo agio nelle sessioni di qualifica. Dietro di lui le Yamaha di Van der Mark e Baz.

I protagonisti della terza fila sono Rinaldi, migliore delle Ducati e tra gli italiani, Redding, che ha sbagliato entrambi i tentativi con la gomma da tempo e Laverty.

Chiude la top ten Leon Haslam migliore dei pilota Honda.

Per quello che riguarda gli altri italiani sedicesima posizione per Federico Caricasulo, diciannovesima per Melandri e ventitreesima per Gabellini.

RISULTATI SUPERBIKE SUPERPOLE PORTOGALLO:

Superbike Portogallo Superpole
Credit: WorldSBK.com

SEGUI IL NOSTRO CANALE TELEGRAM SUL MONDO DELLE DUE RUOTE!

Superbike | La classifica dopo il GP di Spagna

Riccardo Orsini

Marchigiano classe '99, sono cresciuto tra una pista di kart e una di motocross. Il motorsport è sempre stato parte integrante della mia vita e spero di condividere la mia passione ai lettori.