Superbike | GP Spagna – Sintesi Superpole: Redding conquista la prima pole in carriera

Il pilota della Ducati conquista la prima pole di carriera fermando il cronometro sull’1.38.736. Distanti di soli 40 millesimi Jonathan Rea e Tom Sykes, rispettivamente secondo e terzo. Qualifica pessima invece per Alex Lowes, solo quattordicesimo. Superbike Spagna Superpole

Credit: Account Twitter Aruba Ducati

SINTESI SUPERPOLE

Al semaforo verde tutti i piloti scendono in pista per affrontare i 25 minuti della seconda sessione di qualifica stagionale. Superbike Spagna Superpole

Il primo pilota a far segnare il tempo è Leon Haslam (Honda). Il suo tempo è subito battuto da Toprak Razgatlioglu (Yamaha) che fa segnare un 1.39.2, tempo molto interessante per essere il primo giro lanciato.

Scivola invece alla curva 13 Alex Lowes (Kawasaki), attuale leader del Mondiale. Scivolata comunque innocua per il pilota Kawasaki che può subito ripartire.

Alla fine del primo run la classifica vede in testa Razgatlioglu che precede di tre decimi il Campione del Mondo in carica Jonathan Rea (Kawasaki) e il suo compagno di squadra Micheal van der Mark (Yamaha). Primo degli italiani è Micheal Ruben Rinaldi (Ducati) che è decimo.

Rientra nel frattempo in pista Lowes che può così iniziare a far segnare qualche giro veloce. Problemi invece per Marco Melandri (Ducati), al rientro alla gare, che dopo metà sessione ancora non è riuscito a segnare un tempo.

Sessione finita invece per Leandro Mercado (Kawasaki) che scivola alla Curva 4, a causa di una chiusura d’anteriore, e rovina completamente la moto.

A dieci minuti dalla fine iniziano a rientrare in pista i piloti per il loro secondo run, questa volta però con le gomme da tempo montate all’anteriore e al posteriore.

I primi a migliorare con questa gomma sono Federico Caricasulo (Yamaha), Leon Haslam e Eugene Laverty (BMW) che risalgono rispettivamente in sesta, terza e quinta posizione.

Sale secondo Loris Baz (Yamaha) che non riesce a prendere la pole per soli sei millesimi.

Dietro di Baz arriva poi Tom Sykes (BMW) che segna un incredibile 1.38.776 e si porta davanti a tutti, abbassando di più di quattro decimi il tempo di riferimento.

Il tempo del pilota BMW viene subito migliorato di 40 millesimi da Scott Redding (Ducati) che si mette davanti a tutti in 1.38.736.

Tra Redding e Sykes si infila poi Rea, che in 1.38.770 va a completare la prima fila.

Finisce così la seconda qualifica della stagione 2020 che premia Scott Redding alla prima pole in carriera nel WorldSBK. Seconda posizione per Jonathan Rea, seguito da Tom Sykes che completa così una prima fila tutta inglese.

Seconda fila che vede tre Yamaha con Van der Mark, Razgatliogliu e Baz in quarta, quinta e sesta posizione.

Terza fila composta da Chaz Davies (Ducati), Alvaro Bautista (Honda) e Leon Haslam, ultimi piloti a mantenere il loro distacco sotto al secondo dal tempo di Redding.

Qualifica veramente complicata per Alex Lowes che dopo la caduta non riesce ad andare oltre la quattordicesima posizione.

Migliore degli italiani è Micheal Ruben Rinaldi che chiude la Superpole in decima posizione.Tredicesima posizione per Caricasulo. Più attardati invece Melandri e Lorenzo Gabellini (Honda) che sono diciannovesimo e ventiduesimo.

CLASSIFICA SUPERBIKE GP SPAGNA SUPERPOLE:

Superbike Spagna Superpole
Credit: WorldSBK.com

Appuntamento alle ore 14 quando scatterà la prima gara del week-end sul circuito andaluso. Attenzione al caldo che potrebbe essere il fattore determinante nei risultati delle gare.

 

SEGUI IL NOSTRO CANALE TELEGRAM PER TUTTE LE NOTIZIE SUL MONDO DELLE DUE RUOTE

MotoGP | Nuovo aggiornamento del calendario

Riccardo Orsini

Marchigiano classe '99, sono cresciuto tra una pista di kart e una di motocross. Il motorsport è sempre stato parte integrante della mia vita e spero di condividere la mia passione ai lettori.