Superbike | GP Teruel – Sintesi Superpole: Rea mostruoso! Altra pole per il cannibale

Il pilota del Team Kawasaki migliora il record della pista firmato la settimana scorsa e conquista la terza pole di fila di questa stagione. Seconda e terza posizione per le Ducati di Micheal Ruben Rinaldi e Scott Redding. Male le Yamaha con Razgatlioglu solo settimo e Van der Mark addirittura dodicesimo. Superbike Teruel Superpole

Credit: Profilo Instagram @jonathan_rea

Sembrava poter essere la Superpole di Micheal Ruben Rinaldi ma ancora una volta Jonathan Rea ha dimostrato perché è campione del Mondo da cinque anni.

Il pilota della Kawasaki tira fuori dal cilindro un giro pazzesco e ferma il cronometro sull’1.48.767, battendo il record della pista fatto segnare la settimana scorsa.

Dietro di lui Micheal Ruben Rinaldi che dopo aver dominato tutte le Prove Libere si deve accontentare di una comunque ottima seconda posizione in 1.49.012.

Terza casella nello schieramento per Scott Redding che si piazza dietro Rinaldi per soli 5 millesimi.

SINTESI SUPERPOLE

Inizia la Superpole del GP di Teruel con Eugene Laverty (BMW) che è il primo pilota a far segnare un giro veloce in 1.50.595. Il tempo del pilota irlandese viene battuto prima da Micheal Van der Mark (Yamaha) e poi da Alvaro Bautista (Honda) entrambi in 1.49.7.

Passano pochi secondi e a fare il giro veloce è Jonathan Rea che ferma il cronometro sull’1.49.361.

Finisce il primo run di tutti i piloti e la classifiche vede Rea davanti a tutti seguito da Micheal Ruben Rinaldi (Ducati) e Micheal van der Mark. Qualche difficoltà di troppo per Chaz Davies (Ducati) e Toprak Razgatlioglu (Yamaha) che sono solamente decimo e undicesimo.

Ad otto minuti dalla fine altra stoccata del pilota campione del Mondo in carica che ritocca il record della pista di settimana scorsa scendendo in 1.48.767. Il nord-irlandese è, tra l’altro, il primo pilota a far segnare il tempo con la gomma più morbida portata da Pirelli.

Passo in avanti anche per Chaz Davies che sale in seconda posizione ma accusa ben sei decimi di distacco rispetto al tempo di Rea.

In terza posizione sale invece Federico Caricasulo (Yamaha) che con la gomma da tempo riesce a segnare un 1.49.638.

Continuano a migliorare i tempi di tutti i piloti con Scott Redding (Ducati) che sale secondo in 1.49.017. Alle sue spalle si piazza Alvaro Bautista in 1.49.217.

A beffare sia Redding che Bautista per la lotta alla prima fila ci pensa Rinaldi che in 1.49.012 si mette in seconda posizione. Tra Redding e Bautista si infila poi Tom Sykes (BMW) in 1.49.173.

Altra Pole Position da aggiungere al curriculum quindi per Jonathan Rea che, scendendo sotto l’1.49 scatterà dalla prima casella in Gara 1 del GP di Teruel.

Completano la prima fila uno splendido Micheal Ruben Rinaldi e Scott Redding con le loro Panigale V4R.

Seconda fila che avrà come protagonisti Tom Sykes, Alvaro Bautista e Leon Haslam (Honda).

Apre la terza fila Topraz Razgatlioglu (prima Yamaha dello schieramento) che precede Chaz Davies e un convalescente Alex Lowes alle prese con dei problemi intestinali.

Chiude la Top dieci Loris Baz, che in una quarta fila composta da tutte Yamaha precede Federico Caricasulo e Micheal Van der Mark.

RISULTATI DELLA SUPERPOLE DEL GP DI TERUEL DELLA SUPERBIKE:

Superbike Teruel Superpole
Credit: WorldSBK.com

Segui il nostro canale Telegram dedicato alle due ruote.

MotoGP | GP San Marino – Anteprima e orari TV Sky, DAZN e TV8

Riccardo Orsini

Marchigiano classe '99, sono cresciuto tra una pista di kart e una di motocross. Il motorsport è sempre stato parte integrante della mia vita e spero di condividere la mia passione ai lettori.