SUPERBIKE | GP THAILANDIA Gara 1 – Bautista ancora davanti a tutti

E’ il pilota Ducati Alvaro Bautista a vincere Gara 1 al Chai International Circuit di Buriram, davanti a Jonathan Rea (Kawasaki) e ad Alex Lowes (Yamaha). Superbike Gara 1 Thailandia

Superbike Gara 1 Thailandia
Credit: WorldSBK

Dopo il dominio dimostrato a Philip Island alla prima gara di campionato, Alvaro Bautista (Ducati), si ripete. Il pilota spagnolo vince infatti anche Gara 1 in Thailandia davanti a Jonathan Rea (Kawasaki) e Alex Lowes (Yamaha). Una gara che Bautista ha amministrato perfettamente, nonostante dei primi giri non perfetti, e in cui ha saputo gestire perfettamente le gomme e il caldo afoso thailandese.

CRONACA GARA

Ottimo scatto sia del poleman Alvaro Bautista (Ducati) che di Jonathan Rea (Kawasaki) , con i due che arrivano appaiati in curva 1. Il pilota Ducati forza però troppo la staccata e consente a Rea di infilarsi. Terzo si porta intanto Leon Haslam (Kawasaki) che precede Alex Lowes (Yamaha) e Tom Sykes (BMW). Nel corso del primo giro Lowes passa Haslam e si porta così sul terzo gradino del podio.

Al terzo giro della gara Bautista affianca e supera Rea alla staccata di curva 3. Il pilota inglese però non demorde e complice il piccolo lungo del ducatista, si rinfila subito all’interno. I due si toccano con Bautista che perde l’appoggio dalla pedana e viene così sfilato anche da Lowes.

Il giro successivo Bautista è di nuovo incollato alla gomma posteriore di Lowes e lo supera nel lungo rettilineo dopo curva 1, mettendosi così a caccia di Rea in testa alla corsa.

L’inseguimento si conclude a 12 giri dalla conclusione quando lo spagnolo, sfruttando anche l’ottimo motore Ducati, sorpassa l’inglese nello stesso punto di Lowes, portandosi così in testa alla gara.

Nel frattempo alle spalle dei primi due si è formato un gruppetto in battaglia per la 3a posizione, composto da Lowes, Micheal van der Mark (Yamaha), Haslam e Marco Melandri (Yamaha). Il primo a rompere gli indugi è proprio il pilota italiano che a 8 giri dalla fine sorpassa l’alfiere Kawasaki alla staccata di curva 3.

Quanto mancano 5 giri alla bandiera a scacchi Haslam si riprende la posizione su Melandri all’ultima curva. Il pilota Kawasaki allunga però la staccata e consente al pilota italiano l’incrocio. I due complice questo incrocio di linee si toccano in pieno rettilineo, per fortuna senza conseguenze, con Melandri che perde così la 5a posizione.

Negli ultimi giri le posizioni si congelano e la gara giunge così a termine. A vincere è ancora una volta (4su4 in stagione) Alvaro Bautista, che precede Jonathan Rea, a cui va il merito di avergli tenuto testa per tre quarti di gara, ed Alex Lowes che conferma l’ottimo passo dimostrato anche in qualifica.

Per quel che riguarda i colori italiani, conclude in 6a posizione Marco Melandri, il migliore dei nostri. 8o al traguardo arriva Micheal Ruben Rinaldi (Ducati) autore di un’ottima rimonta dalla 16a posizione. Solamente 17o invece Alessandro Del Bianco, la cui gara è stata condizionata anche da una piccola scivolata, fortunatamente senza conseguenze.

Credit: WorldSBK

SUPERBIKE | GP THAILANDIA QUALIFICA – Bautista impressionante: pole e record della pista

Superbike Gara 1 Thailandia Superbike Gara 1 Thailandia

Riccardo Orsini

Marchigiano classe '99, sono cresciuto tra una pista di kart e una di motocross. Il motorsport è sempre stato parte integrante della mia vita e spero di condividere la mia passione ai lettori.