Superbike | Honda Kawasaki e BMW in pista per i primi test a Jerez

Honda, Kawasaki e BMW inaugurano il calendario dei test prestagionali della Superbike con una sessione di tre giorni a partire da oggi sul circuito di Jerez. I quattro team impegnati scenderanno in pista con le nuove moto e le nuove line up.

Test Jerez Superbike
Foto: profilo Twitter @WorldSBK

Possiamo dirlo: con oggi inizia il 2022 della Superbike. Infatti, come annunciato sul sito ufficiale della competizione, Honda, Kawasaki e BMW scenderanno in pista per una tre giorni di test, a partire da oggi e fino a venerdì prossimo. Con la giornata odierna è iniziato il lavoro di questi quattro team (gli ufficiali+Bonovo MGM) con le nuove moto e i nuovi piloti.

BMW è l’unica casa a scendere in pista anche con il proprio team satellite. Bonovo MGM, dopo aver rescisso anzitempo il contratto con Jonas Folger, ha deciso di mettere in pista due moto nel 2022. Infatti, insieme a Loris Baz che rientra stabilmente nel Mondiale dopo i buoni risultati in MotoAmerica e da sostituto di Davies in Go Eleven, la squadra tedesca ha riservato una M 1000RR anche al collaudatore Eugene Laverty. L’irlandese, come nel caso di Baz, ha  avuto solo piccole apparizioni nel 2021: prima con il team RC Squadra Corse, poi da sostituto di Tom Sykes nel finale di stagione.

Come per Laverty e Baz, anche il team ufficiale scenderà in pista con il nuovo schieramento formato dal confermato Micheal Van der Mark e dal neo acquisto da Ducati Scott Redding. Per via anche dei nuovi piloti che dovranno prendere mano con la nuova moto e la nuova squadra, BMW ha deciso di non portare nuove soluzioni tecniche che, quasi sicuramente, vedremo più a ridosso della stagione.

Leggi anche:

Superbike | Pubblicato il calendario provvisorio della stagione 2022

Anche Honda è scesa in pista per questi test a Jerez Superbike per la prima volta con la nuova line up. Infatti, in questo 2022, saranno l’ex pilota KTM Tech3 Iker Lecuona e l’ex pilota Petronas Moto2 Xavi Vierge a difendere i colori di HRC. Come per BMW, anche Honda non ha in programma alcun test per delle nuove componenti. In questo modo, i due piloti si sono concentrati sul capire e comprendere il comportamento della CBR 1000 RR-R. La moto giapponese, come abbiamo visto nello scorso biennio, ha una forte potenza che, però, penalizza la guidabilità.

Un discorso diverso vale per Kawasaki. Dopo aver visto interrotto il lungo dominio di sei anni, la casa giapponese riparte con i confermati Rea e Lowes. Nonostante Alex Lowes non sia ancora al 100% dopo l’incidente di Barcellona, il team ha deciso di scendere in pista con un’evoluzione della ZX 10 RR. Insieme all’aggiornamento complessivo della moto, il team di base a Barcellona ha testato e testerà nei prossimi giorni delle nuove soluzioni tecniche.

Solo venerdì si potranno trarre le primissime conclusioni al termine di questa sessione “conoscitiva” di test 2022.

Seguici su Telegram

MotoE | Calendario provvisorio stagione 2022

Mattia Lisa

Studente di storia, appassionato di motori e speaker radiofonico