Superbike | Jonathan Rea: la MotoGP rimane un sogno

Il campione del mondo SBK, Jonathan Rea, ha parlato del sogno MotoGP, del passaggio di Bautista al Team HRC Honda. Ha “individuato” l’avversario più ostico e il suo possibile erede in SBK. Intervenendo al podcast ‘”Gas It Out’” condotto da Gavin Emmette Neil Hodgson, (intervista riportata sul sito worldsbk.com), ha parlato anche della rivalità con Tom Sykes quando i due erano compagni di squadra in Kawasaki.
Rea MotoGP
Credit: WorldSBK.com

Il rapporto con i colleghi in griglia

Nel paddock, si possono creare amicizie che vanno aldilà della vita professionale; in particolare è stato chiesto
del suo rapporto con i colleghi britannici. Rea ha parlato della convivenza con Tom Sykes quando i due piloti erano compagni nel Team Kawasaki, ha affermato che l’antagonismo scaturiva dal fatto che i due piloti avevano un modo diverso di sviluppare la moto, la vera rivalità era forse tra i due capotecnici.

Il rivale più ostico

Rea ha individuato in Chaz Davies probabilmente il rivale più difficile; nel 2019 Bautista, esordiente nel mondiale SBK, ha reso la vita difficile (nella prima parte di stagione) al cinque volte campione del mondo SBK; in merito al passaggio al Team Honda HRC da parte del pilota spagnolo, dopo solo una stagione in Ducati, Rea, pensa che la Honda, rientrando nel mondiale SBK da Team ufficiale, punterà a vincere anche se forse questo non avverrà nel 2020, “approvando” la scelta di Bautista.

Il possibile erede

Jonathan Rea sta riscrivendo i record del mondiale Superbike, non ha intenzione di fermarsi. Il suo erede potrebbe essere Razgatlioglu cresciuto all’interno della Kawasaki, passato in questa stagione al Team Yamaha Ufficiale. Rea ha detto che il talento di Toprak era visibile già ai tempi della Superstock e di averlo aiutato nel corso della prima stagione nel mondiale SBK.

La MotoGP

​Il capitolo MotoGP rimane sempre un sogno. Dubita che la Kawasaki sia interessata al ritorno in MotoGP. Le opzioni per Rea di poter correre in MotoGP non sono state molte, uno spiraglio si era aperto quando Pedrosa aveva annunciato il ritiro, ma tutto finì nel dimenticatoio: Jorge Lorenzo trovò l’intesa con la Honda HRC Repsol.

Un’altra opzione è stata l’Aprilia; Rea ha detto di essere stato cercato, ma lui non era molto interessato a questa soluzione. Ricordiamo che Rea ha corso due gare nel campionato mondiale MotoGP nella stagione 2012 con la Honda HRC sostituendo l’infortunato Stoner conquistando un 8° e 7° posto.

Seguici anche su Telegram

Seguici anche su Instagram